cerca

l'ennesima crociata

Il Codacons boccia anche lo stadio dello Roma

Il ricorso depositato al Tar, impugnato tutto il progetto. Gaffe sul Ponte di Traiano (che non si farà più)

Il nuovo stadio della Roma non si fa

Alla fine è arrivato: il ricorso dell'immancabile Codacons contro il progetto dello Stadio della Roma di Tor di Valle. Depositato al Tar e annunciato alla stampa con una lunga nota, l’associazione dei consumatori guidata da Carlo Rienzi - la stessa che presentò ricorsi anche contro il progetto Della Valle per il restauro del Colosseo poi respinti in tribunale - ha impugnato «tutti gli atti amministrativi relativi alla realizzazione dell'opera, chiedendone l'annullamento alla luce sia di evidenti profili di illegittimità, sia dei costi a carico della collettività legati ad infrastrutture accessorie allo Stadio che saranno interamente finanziate dai cittadini».

Una lunga nota del Codacons spiega: «La Determinazione G18433 del 22 dicembre 2017 (quella che chiude la Conferenza di Servizi con tutte le prescrizioni, ndr), nonché le successive note oggetto di impugnazione, sono assolutamente illegittime poiché assunte dall'Amministrazione regionale in aperta violazione delle norme in materia di conferenza di servizi». Questa illegittimità, secondo il Codacons, è determinata dal fatto che «l'Amministrazione regionale ha demandato alle Amministrazioni interessate la verifica della documentazione progettuale rispetto all'ottemperanza delle prescrizioni impartite». Questo passaggio trasformerebbe, per il Codacons, «la...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano volo [VIDEO]

Isola dei Famosi hot, la Marcuzzi si lancia su De Martino e resta nuda
Raikkonen spezza una gamba al meccanico della Ferrari
Il crollo in diretta: ecco il video della voragine sull'Appia