cerca

la sentenza della cassazione

Aggressione a Ostia, Roberto Spada resta in carcere

Ostia, Roberto Spada in carcere: gli inquirenti cercano il complice

Roberto Spada arrestato dai carabinieri

Roberto Spada resta in carcere per i reati di lesioni personali e violenza privata, con l’aggravante del metodo mafioso, in relazione all’aggressione, avvenuta a Ostia il 9 novembre scorso, del giornalista Daniele Piervincenzi e del filmmaker Edoardo Anselmi del programma Rai "Nemo". Lo ha deciso la quinta sezione penale della Cassazione, rigettando il ricorso della difesa contro l’ordinanza con cui il tribunale del Riesame di Roma, il 22 novembre 2017, confermò la custodia in carcere per l’indagato.

Spada è recluso nel penitenziario di massima sicurezza di Tolmezzo e, nei suoi confronti, in gennaio, è stata emessa un’altra misura cautelare in cella per l’accusa di associazione a delinquere di stampo mafioso, nell’ambito di un’indagine che ha portato a oltre 30 arresti. Le motivazioni della decisione di oggi della Suprema Corte dovranno essere depositate entro un mese.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

La vittoria de Il Tempo
Carlotta ha il suo comunicatore

Acrobazie e show, gli Harlem Globetrotters a Il Tempo
Urla e scappa, poi accoltella il poliziotto: attimi di paura in via Appia a Roma
"La mia Lazio da Champions ma gli arbitri...", intervista esclusiva a Ciro Immobile