cerca

CAOS SANITÀ

Gli strani intrecci vaccini-Ministero

Dirigenti della Lorenzin legati alla fondazione finanziata dal colosso Glaxo. Il dicastero a Il Tempo: "Non c’è fine di lucro, l’ente non commercializza i farmaci"

Vaccini, il grillino Sibilia attacca Lorenzin: è folle. La ministra lo querela

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin

È normale che dirigenti del ministero della Salute abbiano fatto parte o tuttora figurino nei cda di fondazioni legate e finanziate da importanti aziende farmaceutiche? Siamo di fronte a un conflitto di interessi?

Proviamo a dare delle risposte. Alcune figure apicali del dicastero guidato da Beatrice Lorenzin hanno legami, o li hanno avuti in passato, con la fondazione Smith Kline. Questo nome ai più non dirà molto, ma si tratta di una fondazione che «si mantiene gra- zie al finanziamento liberale annuale non vincolante del socio fondatore Glaxo Smithkline spa, oltre che con i proventi delle pro- prie attività progettuali», come si legge testuale sul sito. La Glaxo SmithKline non è altro che una multinazionale della farmaceutica, quotata alle borse di Londra e New York, con sede a Siena e Verona. In poche parole, è la principale azienda produttrice di vaccini del nostro Paese.

INCARICHI MULTIPLI
Basta consultare...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • Pippo

    Peppo

    09:09, 13 Settembre 2017

    Mi pare di capire che l'importante sia ormai diventato produrre la corretta documentazione attestante le vaccinazioni districandosi nelle mille interpretazioni di leggi scritte a vacca da incompetenti del settore piuttosto che essere effettivamente vaccinati. Il tutto è a carico delle famiglie il cui ruolo diventa anche quello di colmare il gap informativo delle Aziende Sanitarie Locali con la presentazione delle ricevute, ammesso che le si trovino tra i quintali di scartoffe che si devono conservare in questo paese allo sbando...se le vaccinazioni sono OBBLIGATORIE per la salute pubblica lo Stato deve venire a farmele a tappeto nelle scuole. Punto.

    Rispondi

    Report

.tv

Diletta Leotta come non l'avete mai vista GUARDA

Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi
Degrado capitale, la stazione Termini è un  vespasiano a cielo aperto
La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"