cerca

CAOS SANITÀ

Gli strani intrecci vaccini-Ministero

Dirigenti della Lorenzin legati alla fondazione finanziata dal colosso Glaxo. Il dicastero a Il Tempo: "Non c’è fine di lucro, l’ente non commercializza i farmaci"

Vaccini, il grillino Sibilia attacca Lorenzin: è folle. La ministra lo querela

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin

È normale che dirigenti del ministero della Salute abbiano fatto parte o tuttora figurino nei cda di fondazioni legate e finanziate da importanti aziende farmaceutiche? Siamo di fronte a un conflitto di interessi?

Proviamo a dare delle risposte. Alcune figure apicali del dicastero guidato da Beatrice Lorenzin hanno legami, o li hanno avuti in passato, con la fondazione Smith Kline. Questo nome ai più non dirà molto, ma si tratta di una fondazione che «si mantiene gra- zie al finanziamento liberale annuale non vincolante del socio fondatore Glaxo Smithkline spa, oltre che con i proventi delle pro- prie attività progettuali», come si legge testuale sul sito. La Glaxo SmithKline non è altro che una multinazionale della farmaceutica, quotata alle borse di Londra e New York, con sede a Siena e Verona. In poche parole, è la principale azienda produttrice di vaccini del nostro Paese.

INCARICHI MULTIPLI
Basta consultare...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • Pippo

    Peppo

    09:09, 13 Settembre 2017

    Mi pare di capire che l'importante sia ormai diventato produrre la corretta documentazione attestante le vaccinazioni districandosi nelle mille interpretazioni di leggi scritte a vacca da incompetenti del settore piuttosto che essere effettivamente vaccinati. Il tutto è a carico delle famiglie il cui ruolo diventa anche quello di colmare il gap informativo delle Aziende Sanitarie Locali con la presentazione delle ricevute, ammesso che le si trovino tra i quintali di scartoffe che si devono conservare in questo paese allo sbando...se le vaccinazioni sono OBBLIGATORIE per la salute pubblica lo Stato deve venire a farmele a tappeto nelle scuole. Punto.

    Rispondi

    Report

.tv

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina

Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello
Ostia, giornalista aggredito da Roberto Spada

Opinioni