cerca

L'unica via resta quella del voto

L'unica via resta quella del voto

Elezioni

Secambiassimo le pedine la situazione non muterebbe. Veltroni, a parte le sue capacità, non ha la bacchetta magica. Se lo lasceranno lavorare potrà far bene al Pd. Ma il nuovo partito non rappresenta tutto il Centrosinistra, e, come in ogni aggregazione, inevitabilmente si perdono pezzi. Nel futuro il partito guidato dal sindaco di Roma, crescerà, forse imporrà programmi innovativi. Ma ora cosa potrà fare? E perché Berlusconi dovrebbe dare credito a un esecutivo che appare sempre più incapace di guidare il Paese? Il problema è sempre quello delle divisioni nella maggioranza, arrivate al punto che sabato manifesteranno contro il governo forze che di questa maggioranza fanno parte. Cosa ci vuole di più per dire che Prodi è arrivato al capolinea? Ha ragione Berlusconi, parlare ora di riforma o di altro; aprire tavoli di trattative sarebbe solo tempo perso. Non resta che tornare alle urne.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

La paura dei turisti "prigionieri" sul London Eye durante l'attacco VIDEO

L'ultima verità di Francesco Schettino: "Sono rimasto sulla  Costa Concordia fino all'ultimo minuto"
Occhiali scuri e cappellino, così rapinava i negozi a Roma
San Severo, spari contro le auto della polizia inviate per l'emergenza criminalità