cerca

PROPOSTA DELLA LEGA AL SENATO

Una giornata di memoria per le foibe

«Questa data - ha spiegato Piergiorgio Stiffoni, primo firmatario del disegno di legge - coincide proprio con il Trattato di Pace firmato a Parigi, il 10 febbraio 1947, che ha determinato la cessione alla Jugoslavia delle province di Pola, Fiume e Zara e di una parte delle province di Trieste e Gorizia». Stiffoni ha ricordato che 350.000 italiani lasciarono quei territori «per rifugiarsi in Italia e altre migliaia sono rimasti nelle loro terre d'origine subendo persecuzioni anti-italiane da parte del regime di Tito, torturati e uccisi nelle foibe e, malgrado ciò, fieri di riaffermare la propria identità culturale italiana». Secondo Stiffoni, in tutti questi anni «le terribili sofferenze patite da questi italiani sono rimaste nell'ombra, come celate da un velo che la memoria storica, scevra e immune da qualsiasi condizionamento politico, ha il dovere di rimuovere». Per queste ragioni - a suo parere - appare giusto e doveroso «che le istituzioni si impegnino a tenere vivo il ricordo di queste vicende umane e a riaffermare la presenza e l'identità della minoranza italiana in Croazia e Slovenia».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni