cerca

CAOS IN CAMPIDOGLIO

Raggi indagata per la nomina del fratello di Marra

Il primo cittadino si difende su Facebook: "Già avvisato Grillo, pronta a chiarire tutto". Sarà interrogata il 30 gennaio

Raggi indagata per la nomina del fratello di Marra

Il sindaco di Roma Virginia Raggi

"Oggi mi è giunto un invito a comparire dalla Procura di Roma nell'ambito della vicenda relativa alla nomina di Renato Marra a direttore del dipartimento Turismo che, come è noto, è già stata revocata. Ho informato Beppe Grillo e adempiuto al dovere di informazione previsto dal Codice di comportamento del MoVimento 5 Stelle". Con queste parole il sindaco di Roma, Virginia Raggi, annuncia su Facebook di essere indagata.

Falso e abuso d'ufficio. Sono questi i reati contestati al primo cittadino. Avrebbe commesso un abuso infatti, concorrendo a nominare il fratello di Raffaele Marra, e non impedendo a quest'ultimo di partecipare all'iter che avrebbe permesso al parente di salire di grado, aumentando anche il suo stipendio. Come se non bastasse avrebbe commesso un falso. E lo avrebbe fatto mentendo all'Anticorruzione. La Raggi infatti si era assunta subito la paternità di quella nomina, frutto di "mera pedissequa esecuzione delle determinazioni da me assunte - aveva spiegato - senza alcuna partecipazione alle fasi istruttorie, di valutazione e decisionali".

Una vicenda, quella che ha portato il nome del primo cittadino ad essere iscritto sul registro degli indagati, già annunciata e attesa, soprattutto dopo il duro parere che l'Autorità anticorruzione guidata da Raffaele Cantone aveva espresso, in maniera assolutamente negativa, sulla nomina del fratello di Raffaele Marra. L'inchiesta della Procura di Roma, coordinata dal procuratore aggiunto Paolo Ielo, ha schiacciato il piede sull'acceleratore dopo l'arresto di Raffaele Marra, il capo del personale del Campidoglio accusato di essere stato corrotto dal costruttore Sergio Scarpellini.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • mario

    rossi

    07:07, 25 Gennaio 2017

    Tanto va la gatta al lardo.....

    ..... che ci lascia lo zampino. Buona fortuna arrogantissima e incapace sindaca di Roma, spero che questo ti serva di lezione. Dici sempre che sei al servizio dei cittadini di Roma, e solo di quelli, ma poi piano piano escono fuori le magagne e interessi che non sono assolutamente per i cittadini, ma per i tuoi preferiti.

    Rispondi

    Report

.tv

Dentro Westminster, il panico durante l'attentato di Londra

Londra, dopo l'attacco a Westminster turisti bloccati per ore sul London Eye
L'ultima verità di Francesco Schettino: "Sono rimasto sulla  Costa Concordia fino all'ultimo minuto"
Occhiali scuri e cappellino, così rapinava i negozi a Roma