cerca

violenza prima della champions

Ultrà romanisti arrestati per tentato omicidio. Il tifoso del Liverpool è in coma

La vittima è Sean Cox, di origini irlandesi. I due ultrà hanno 29 e 20 anni

Ultrà romanisti arrestati per tentato omicidio. Il tifoso del Liverpool è in coma

E' in coma e sta lottando fra la vita e la morte il tifoso del Liverpool aggredito da un gruppo di tifosi della Roma prima della semifinale di andata di Champions League, ad Anfield Road. L’uomo, di origini irlandesi, è in cura presso un centro neurologico e le sue condizioni sono considerate critiche.

È stata la polizia italiana a identificare Daniele Sciusco, 29 anni, e Filippo Lombardi, 20 anni, i due tifosi della Roma fermati a Liverpool. La polizia italiana, intervenuta immediatamente sul posto degli incidenti che hanno preceduto la semifinale di Champions, ha individuato un gruppo di «Fedayn» giallorossi, una quarantina, bloccati dai reparti di polizia locale. I tifosi sono stati fatti comunque entrare nell’impianto ma nel corso del primo tempo personale Digos della Questura di Roma ha preso visione nella "Control Room" dei filmati disponibili e identificato Sciusco e Lombardi, entrambi noti esponenti del mondo ultras. Successivamente, i due sono stati fisicamente individuati dalla stessa Digos e sottoposti a fermo di polizia dai reparti di sicurezza presenti all’interno di Anfield.

Intanto emergono nuovi dettagli sugli incidenti che hanno preceduto la partita. «La vittima era a Liverpool con il fratello per vedere la partita ed è stato aggredito durante uno scontro tra tifosi circa alle 19.35», ha detto l’ispettore di polizia Paul Speight. «Testimoni hanno detto che la vittima è stata colpita da una cintura prima di crollare a terra. Curato sul posto, è stato successivamente trasportato in ambulanza al Centro Neurologico di Walton per un trauma cranico», ha aggiunto. Il poliziotto inglese ha poi rivelato che, viste le «condizioni critiche, sono già stati avvertiti i suoi parenti».

Il tifoso dei "Reds" si chiama Sean Cox e ha 53 anni. Era arrivato in compagnia del fratello dall’Irlanda per assistere alla partita. Cox, descritto come un "cardine" della sua comunità da un consigliere locale, è un ex presidente del St Peter’s, locale squadra della Gaelic Athletic Association (GAA) a Dunboyne, nella contea di Meath. «Speriamo tutti che Sean riceva le cure mediche di cui ha bisogno e che faccia una piena e rapida guarigione. I nostri pensieri e le nostre preghiere sono con Sean e la sua famiglia», si legge in un comunicato stampa del club.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro

Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie
Isola dei Famosi hot, la Marcuzzi si lancia su De Martino e resta nuda
Raikkonen spezza una gamba al meccanico della Ferrari