cerca

La svolta

Pamela Mastropietro, tre in carcere. "Sono stati loro. Indagine chiusa"

Pamela Mastropietro, tre in carcere.  "Sono stati loro tre. Indagine chiusa"

L'arresto del terzo nigeriano, Awelima Lucky, 27 anni

Erano in tre nell'appartamento dove Pamela Mastropietro è stata uccisa e poi fatta a pezzi. Tre giovani nigeriani. Secondo la Procura di Macerata tutti e tre avrebbero avuto un ruolo nell'omicidio della ragazza romana e nell'opera «scientifica» di smembramento del corpo.

INCASTRATI DAI TELEFONI
A incastrarli ci sono le decine di telefonate che il 30 gennaio si sono scambiati tra loro e la conferma informatica che i loro cellulari hanno agganciato per diverse ore, ininterrottamente, la cella telefonica in cui rientra l'appartamento di via Spalato 124, dove viveva Innocent Oseghale e dove spesso quest'ultimo ospitava alcuni connazionali. Sono proprio questi riscontri che ieri hanno portato il procuratore Giovanni Giorgio a emettere un decreto di fermo con l'accusa di omicidio volontario, vilipendio, soppressione e occultamento di cadavere nei confronti di Lucky Desmond, 22 anni - già individuato come il presunto complice di Oseghale -, e Awelima Lucky, 27 anni, che aveva un biglietto prenotato per oggi per la Svizzera...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • Fabio

    Castrichelli

    13:01, 11 Febbraio 2018

    Rifugiati per la guerra

    Questi tre "signori" hanno rispettivamente 29, 22 e 27 anni di età e sono qui in Italia perché stanno scappando dalle guerre che attanagliano le loro terre natie. Mi chiedo: ma chi combatte nei loro Paesi i vecchi, le donne e i bambini?

    Rispondi

    Report

.tv

La vittoria de Il Tempo
Carlotta ha il suo comunicatore

Acrobazie e show, gli Harlem Globetrotters a Il Tempo
Urla e scappa, poi accoltella il poliziotto: attimi di paura in via Appia a Roma
"La mia Lazio da Champions ma gli arbitri...", intervista esclusiva a Ciro Immobile