Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La Festa dello Sport della Luiss: campioni sui campi e in aula

Roma, 30 nov. (askanews) - Una grande festa, è la Festa dello Sport. L'Associazione sportiva Luiss celebra la Dual Career nella sua prestigiosa sede del Campus di viale Romania, a Roma. Un modello che la Luiss ha introdotto dal 1999, primo e unico Ateneo in Italia.

Un'occasione per festeggiare insieme gli ottimi risultati raggiunti, tra cui la vittoria delle medaglie olimpiche di Filippo Tortu (oro nella staffetta 4x100), Federica Cesarini (oro nel canottaggio) e Luca Curatoli (argento nella scherma - sciabola a squadre).

"Sono due attività - spiega Luigi Abete, Presidente AS Luiss - una sui libri e dentro l'aula e l'altra sui campi sportivi che insegnano il rispetto delle regole, migliorare se stessi per migliorare anche gli altri. Noi qui lo facciamo con due progetti: uno che valorizza i giovani che fanno l'Università e i giochi di squadra soprattutto collettivi, e dall'altro consentendo ai top atleti di fare insieme alla loro attività un corso di laurea per avere poi la possibilità di essere buoni professionisti".

Studio e sport un connubio inscindibile: "Ci sono quei momenti in cui spingi un po' di più sul lato universitario perché magari non hai le gare e altri in cui spingi sul fronte sportivo perché hai le gare: devi trovare il giusto equilibrio, non sempre è facile. Le crisi ci sono sempre, è normale", prosegue Federica Cesarini, Oro Tokyo Canottaggio.

Dopo i successi a Tokyo, ora si guarda avanti: "L'anno prossimo ci sono i Mondiali, appuntamento molto importante. Sono molto focalizzato anche sui campionati europei, dove l'obiettivo è cercare di prendere una o più medaglie e di riconfermarci con la staffetta, prima ai mondiali e poi agli europei", conclude l'oro olimpico Filippo Tortu.

Dai blog