cerca

False fatturazioni, assolto Milo del «Grande Fratello»

«La legge alla fine trionfa». Si sfoga con i cronisti Milo Coretti, il vincitore della settima edizione del Grande Fratello, finito a giudizio per una vicenda di false fatturazioni. Un'ipotesi di...

«La legge alla fine trionfa». Si sfoga con i cronisti Milo Coretti, il vincitore della settima edizione del Grande Fratello, finito a giudizio per una vicenda di false fatturazioni. Un'ipotesi di reato che secondo il giudice «non sussiste». Questa la motivazione con cui, ieri, l'uomo immagine del GF 2007 è stato assolto. Secondo la procura di Roma «allo scopo di conseguire un vantaggio pari a 21mila e 600 euro, a seguito del furto della propria autovettura Audi a5 – si legge nel capo d'imputazione - trasmetteva all'assicurazione Allianz Spa una fattura falsa datata 6 marzo 2008».

Dall'atto «si evinceva – continua il capo d'imputazione - un valore d'acquisto di euro 65 mila, diverso dall'originario che era di 46mila e 900 euro». Insomma, una svista che secondo i magistrati romani avrebbe avuto uno scopo ben preciso: «Inducendo così in errore la predetta assicurazione, ma non riuscendo nell'intento per cause indipendenti dalla loro volontà». «Bisogna capire che prima di parlare di una persona che fa l'imprenditore occorre pensare alle famiglie a cui da lavoro», afferma adesso Milo raccontando le difficoltà di chi affronta un processo con la consapevolezza di essere innocente.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro