cerca

Brindisi al ristorante Boom di prenotazioni

Merito dei tanti turisti stranieri in città Prezzi in linea con quelli del 2013

La maggior parte dei ristoranti e dei locali notturni ha già finito i posti disponibili per l'ultima notte dell'anno; chi non lo ha fatto viaggia comunque sul «tutto esaurito». Sembrano più che buone le previsioni degli esercenti per il 31 dicembre. Complici i tanti turisti in città e forse il fatto che circa due romani su tre hanno rinunciato a partire a causa della crisi, ristoranti e locali notturni hanno già fatto il pieno delle prenotazioni. «Ci sono almeno un 20% in più di richieste rispetto allo stesso periodo dello scorso anno – fa sapere Fabio Spada, presidente della Fipe-Confcommercio – questo non può che farci piacere. Sono i locali più alla moda o che offrono alternative alla "solita" serata a fare la differenza e vanno meglio i locali in centro rispetto a quelli in periferia. Fatto sta che l'andamento generale è buono». Le richieste, poi, sono iniziate all'incirca un mese fa quando invece l'anno scorso le ultime prenotazioni sono arrivate la mattina del 31 e i locali sono stati tutt'altro che pieni. «Penso che tutto questo sia dovuto anche all'ottimo andamento del turismo e alle temperature molto basse degli ultimi giorni, che spingono le persone a stare nei luoghi chiusi invece che per strada all'aperto – prosegue Spada – Roma è piena di stranieri in questi giorni e chi viene in città sotto le feste o festeggia negli alberghi dove ha prenotato o nei locali in centro». È dello stesso avviso Pietro Lepore, presidente della Fiepet-Confesercenti. «Sta andando molto bene, i locali hanno esaurito i migliori posti disponibili. Il merito a mio parere va anche ai prezzi che sono in linea con quelli dell'anno scorso». È possibile festeggiare la notte del 31 con una spesa che varia da 40 a 100 euro nel caso dei ristoranti (esclusi quelli a cinque stelle dove a cucinare ci sono gli chef superstellati), dagli 80 ai 120 euro per i locali. Ma si parla solo di cifre medie perché in realtà i prezzi variano molto da locale a locale e dal tipo di serata. Se si tratta di solo cena o di solo antipasto o ancora di cena più musica oppure di solo musica e ancora di musica e brindisi di mezzanotte. Certo è che quest'anno gli esercenti hanno tenuto bene in conto il fattore crisi. «Non si poteva fare altrimenti – incalza Fabio Mina, presidente Lupe Roma – ristorante e locali notturni hanno abbassato il listino prezzi e oggi è possibile festeggiare la notte del 31 con meno di 50 euro».

L'andamento positivo previsto per il veglione di Capodanno riflette quanto accaduto durante le feste natalizie. «Le vendite nei bar e nelle enoteche hanno fatto registrare un aumento di circa il 4% - conferma Claudio Pica, segretario dell'Associazione bar e gelaterie – mentre abbiamo registrato un leggero calo per i dolciumi nell'ordine del 2%, speriamo in una ripresa per Capodanno».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro