cerca

Nuovo scontro Renzi-Raggi: "Fa gestire i rifiuti a Mafia Capitale"

Il premier attacca la sindaca per la nomina di Paola Muraro. La replica: "Nessun affare con Buzzi, non siamo mica il Pd" L'assessore: "Ho toccato un sistema di potere che sta reagendo"

Nuovo scontro Renzi-Raggi: "Fa gestire i rifiuti a Mafia Capitale"

Matteo Renzi partecipa a Classe dem, la Scuola di formazione politica del Pd

Matteo Renzi torna ad attaccare Virginia Raggi. Lo fa parlando alla scuola di formazione del Pd ed è un attacco a 360° che dalla sindaca di Roma si allarga fino a comprendere l'intero MoVimento 5 Stelle. A fornire un assist al premier è la "doppia morale" dei grillini che, sottolinea, "fa ridere i polli". "I Cinquestelle - esordisce - ci hanno detto che eravamo il partito dei corrotti e della mafia. Li abbiamo denunciati. Sapete cosa sta accadendo nei processi? Si stanno tutti appellando all'immunità, evitano le condanne per questo".

 



Caos rifiuti Esempio della "doppia morale" è, ovviamente, il caso Paola Muraro, l'assessore all'Ambiente della giunta Raggi finita nel mirino per i suoi rapporti con persone finite nell'inchiesta di Mafia Capitale (su tutte l'ex direttore generale di Ama, Giovanni Fiscon). "La grande novità in città? - rilancia Renzi parlanto della sindaca della Capitale - È che la gestione dei rifiuti è stata affidata a chi era totalmente collegato agli uomini di Mafia Capitale, a quelli che erano prima a gestire. Pensate se l'avessimo fatto noi, se l'assessore fosse stata del Pd, che cosa ci avrebbero detto contro". Ma il premier non si lascia sfuggire nemmeno l'occasione di commentare la foto di Viginia Raggi ritratta sul tetto del Campidoglio. Uno scatto che ha fatto il giro del mondo. "Il punto - spiega - non è quello che fa la Raggi sul tetto, ma quello che fa quando scende. Se avessi un tetto a Palazzo Chigi andrei lì a prendere un po' di sole e aria invece di stare rinchiuso. Perché dobbiamo attaccare la Raggi su questo? A me quell'immagine piace".

 



Le ultime nomine Ma ce n'è anche per il neoassessore alle Partecipate, Massimo Colomban: "Sorprendente che sia stata fatta la proposta a Colomban e che lui abbia accettato l'incarico alle Partecipate. Uno che aveva detto certe cose sulla spesa pubblica. Ora voglio vederli all'opera nel settore delle grandi aziende dato che la pensa in un certo modo. È fantastica una scelta del genere. Auguri a Colomban e auguri che riesca a portare a casa quello che ha detto".

 

 

La replica La risposta della sindaca non si fa attendere e attraverso un tweet fa sapere:

 

 

 

E su Facebook: "Il premier quando è in difficoltà - ultimamente gli capita spesso - prova a distogliere l'attenzione e a cambiare argomento. Forse è nervoso perché si avvicina la data del referendum sulle finte riforme. E i confronti in tv lo vedono in grossa dificoltà". "Piuttosto - aggiunge - si concentri sul disastro economico del governo, sui dati della disoccupazione giovanile, sulla fallimentare politica estera, sull'emergenza migranti. Buon Lavoro. Attendiamo ancora di sapere cosa ha fatto con i fondi delle cene elettorali con Buzzi. Il Pd non crederà mica che l'abbiamo dimenticato?"

A stretto giro di posta anche Paola Muraro risponde agli attacchi del premier: " Ho toccato un sistema di potere che sta reagendo frontalmente contro di me e queste sono le conseguenze".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro