cerca

Scajola: «È solo uno sporco gioco politico»

L'ex ministro finito nelle carte dell'inchiesta si difende: "Non conosco nessuno degli indagati"

Scajola: «È solo uno sporco gioco politico»

0707N__WEB

«Sento puzza di uno sporco gioco politico». Claudio Scajola, quattro volte ministro del governo Berlusconi, cade dalle nuvole alla notizia di un suo presunto coinvolgimento in un nuovo filone d’indagine della Dda di Reggio Calabria, in concorso con un agente dell’Aise e un poliziotto accusati di associazione di tipo mafioso.

 

Sapeva di questa indagine?

«Non ne so nulla. È impossibile che sia così. Io sono a processo con l’accusa di tentativo di procurata inosservanza di pena. Quando mi hanno arrestato la Procura aveva chiesto l’aggravante di concorso esterno mafioso, negata dal gip».

 

 

Quindi è indagato a sua insaputa? Nella procedura penale è possibile.

«Sì, ma considerato che sono imputato in un processo connesso avevano l’obbligo di informarmi in dibattimento. Da queste perquisizioni a oggi abbiamo fatto 10 udienze».

 

 

Conosce Sperandeo e Ciotoli?

«Non li ho mai visti né sentiti. Sarebbe emerso dalle intercettazioni. Tutto il resto sono teoremi». Matacena, Speziali e gli altri però li conosce? «Sono coimputati nel mio processo, ma per reati diversi dal mio. Tra l’altro l’accusa che mi si contesta è infondata visto che Matacena è rimasto a Dubai, non è andato in Libano».

 

 

Quindi non sa nulla di questa associazione segreta?

«È una fandonia ed è strano che venga fuori proprio ora. Sento puzza di faida politica».

 

 

Le carte però parlano chiaro.

«Credo ci sia superficialità, abbinata alla ricerca del sensazionale. Tra l’altro il processo sta dimostrando la mia estraneità ai fatti».

 

 

È fiducioso nell'assoluzione?

«Sono fiducioso nella giustizia. Anche se nella storia della giurisprudenza non esiste un precedente di una persona arrestata per l’articolo 390 del codice penale».


 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro