cerca

Olivia Salviati promette battaglia: "Farò di tutto per riavere il Collegio"

La discendente del Cardinale accusa: utilizzato lo stesso sistema del San Giacomo

Olivia Salviati promette battaglia: "Farò di tutto per riavere il Collegio"

1203C__WEB

«È ora di finirla. Troppe donazioni fatte a enti e Ipab, con finalità assistenziali, sono da tempo oggetto di speculazione immobiliare. I partiti di destra o sinistra servono solo a creare un fittizio dualismo ma c’è un’assoluta omertà e complicità nel perpetrare questo disegno perverso. Hanno distrutto un gioiello come l’ospedale San Giacomo a Roma e, in modo più subdolo, si sta facendo la stessa cosa con il Collegio Salviati impropriamente detto Palazzo Santa Maria in Aquiro. Ora mi batterò per riaverlo indietro, usando tutti i mezzi in mio possesso». Parla Oliva Salviati, discendente del Cardinal Antonio Maria Salviati che, dopo il Concilio di Trento ricostruì l’ospedale San Giacomo e istituì il Collegio Salviati creato per dare istruzione ai bambini provenienti dall’annesso orfanotrofio. «Marrazzo lo distolse arbitrariamente dalla sua destinazione originaria convertendo il Collegio in uffici ad uso del Senato, mediante decine di milioni di euro elargiti a ditte della cricca,e non si capisce con quale criterio si siano spese cifre allucinanti. Ho creato il comitato Tebe per la tutela dei lasciti e per bloccare questo disegno criminoso. In questo senso voglio fare una denuncia chiara sia a livello governativo sia ecclesiastico. Il Cardinal Salviati redasse un atto notarile per tutelare le sue donazioni nei secoli con «il divieto assoluto di cambiarne la finalità, vendere, affittare , permutare, dare in enfiteusi, sotto alcun diritto o alcun Stato. A riprova di ciò esiste una bolla pontificia del 1610 di Papa Paolo V Borghese. Mi chiedo come le Istituzioni abbiano fatto a calpestare simili volontà».

Secondo Lei perché il Collegio Salviati si è trasformato da immobile per la collettività a un palazzo in uso al Senato?

«Voglio fare una denuncia chiara. Bisogna capire il sistema: il "sistema" è stato utilizzato anche per l’ospedale San Giacomo e oggi si sta ripetendo con il Collegio Salviati. Creare il debito è il chiaro strumento per potersi appropriare dei beni pubblici. Stanno creando una situazione debitoria degli IPAB Santa Maria in Aquiro di cui fa parte il collegio così, in seguito, con il pretesto del deficit creato ad arte, potranno vendere il ricchissimo patrimonio immobiliare».

È stata mai interpellata, in qualità di erede del Cardinal Salviati, o è stata mai messa al corrente delle novità?

«No. L’ho scoperto per caso vedendo degli operai al lavoro. Mi dissero che stavano facendo delle ristrutturazioni per il Senato. Sono rimasta stupita, poiché ho sempre saputo che era in uso ad ISMA per scopi benefici. Da qui a diventare un palazzo per i senatori, ne passa ... Inoltre sotto al Collegio è stato scoperto un Tempio di importanza pari al Pantheon, il Tempio di Matidia. Ebbene come mai la Soprintendenza non è intervenuta per tutelare una scoperta così rilevante? Questo è un punto che dovrà essere chiarito».

Cosa intende fare per il Collegio Salviati?

«Mi sono stancata del muro di gomma della politica: delle carte che spariscono, delle spartizioni, delle manipolazioni delle notizie e soprattutto del furto del patrimonio italiano. Andrò avanti per le vie legali per rientrare in possesso di questi beni e restituirli alla loro destinazione originaria. Intendo mantenere lo spirito del lascito. Questa è una battaglia dura, contro mafie, colletti bianchi, palazzinari legati alla speculazione sul Patrimonio. Per tutelare me e altri ho lasciato tutta la documentazione in varie mani di fiducia qualora dovessero storcermi un capello. Mi appello alla nuova classe dirigente romana e italiana perché prenda la staffetta e diventi custode del patrimonio italiano»

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro