cerca

Villari lascia Forza Italia, è il suo undicesimo cambio

Luigi Frasca «Lascio il gruppo di Forza Italia senza polemiche dopo aver informato in anticipo i vertici, Romani-Bernini, e averli ringraziati per l'ospitalità politica». Da ieri il senatore...

Nella missiva Villari precisa di «non aver partecipato a nessuna delle scissioni di FI» e che questo era il «suo modo per manifestare la personale solidarietà, innanzitutto umana e poi politica, al presidente Berlusconi». Più volte, in questi mesi, sottolinea, «ha espresso un certo disagio sulla linea politica del partito su alcuni temi», a cominciare dalle riforme costituzionali. Inoltre, «c'è stata la presa d'atto di non rientrare evidentemente nei progetti di Forza Italia e di non essere considerato utile né a livello istituzionale, né a livello di partito sia nazionale, che locale».

La goccia che avrebbe fatto traboccare il vaso sarebbe stato il «fuoco amico» per il sì di Villari al ddl Boschi, anticipato ai vertici azzurri in piena trasparenza. In particolare, il senatore non avrebbe digerito le «critiche sgradevoli»e gli «attacchi» mossi da alcuni esponenti di FI definiti da Villari nella sua lettera di addio «scodinzolanti e saltellanti dalle parti di Berlusconi, abituati a creare un clima di veleno di cui non si avverte il bisogno». Con quest'ultima «migrazione» Riccardo Villari segna quello che è con ogni probabilità un record per i politici in attività. Si tratta infatti dell'undicesima casacca che indossa il senatore napoletano, peraltro anche fondatore del Napoli Club Parlamento. Forza Italia al Senato conta ora 40 componenti.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro