cerca

La donna morta a Roma aveva appena fatto la puntura

I familiari: era sana, è andata al supermarket e si è sentita male. L’altra vittima un uomo di 77 anni. Si era vaccinato 14 giorni fa LEGGI ANCHE I medici di famiglia: «Vaccino già somministrato a 10mila romani»

Ha fatto il vaccino antinfluenzale nello studio del suo medico curante in zona Balduina. Poi è andata a fare la spesa al supermercato. E mentre sceglieva la minestrina da cucinare a cena ha avuto una sincope, il suo cuore ha smesso di battere all’improvviso.

È una super nonna di 92 anni con un muscolo cardiaco da leone, «mai un batticuore», «mai una tachicardia», e «mai» neanche una «palpitazione» raccontano i nipoti, il primo caso di morte sospetta da mettere in correlazione con il famigerato vaccino antifluenzale Fluad. La donna è morta ieri a Roma, al policlinico Gemelli, nove giorni dopo il ricovero. «Si era ripresa» dicono i parenti, «aveva una tempra forte come quella di un atleta». Una sincope sospetta anche per i medici che hanno avuto in cura l’anziana signora, perché «i familiari hanno raccontato che non aveva mai sofferto di cuore prima d’ora». L’anziana signora era caduta per terra, come una pera cotta, mercoledì della scorsa settimana, mentre spingeva il carrello della spesa «subito dopo aver fatto l’iniezione con il Fluad» avevano spiegato ai medici i familiari della donna, che era arrivata in ambulanza al Gemelli.

Aveva fatto lo stesso vaccino, il Fluad, anche l’anziano di 77 anni, che abitava davanti all’Ergife Hotel, sull’Aurelia. Anche lui morto ieri, nella stessa giornata in cui è deceduta la nonnina 92enne della Balduina. Ma a differenza dell’anziana, l’uomo che è spirato al Pronto soccorso dell’Aurelia Hospital, dove si era presentato ieri per problemi gastrointestinali, si era sottoposto alla sua dose di Fluad due settimane fa. Fatto che per l’Aifa renderebbe più difficile dimostrare il nesso di causa-effetto. Mentre l’anziana si è sentita male subito dopo l’iniezione, anche se è morta nove giorni dopo, perché il suo cuore era fortissimo. La salma del 77enne è stata poi trasferita dall’Aurelia Hospital al policlinico Gemelli. Entrambi i decessi sono stati segnalati alla Procura della Repubblica. «Un atto dovuto - spiegano dal policlinico - dei medici del reparto di Anatomia patologica».

La vaccinazione con il Fluad, un vaccino particolare, 57mila su un milione le dosi nel Lazio, con un adiuvante che lo rende efficace fin da subito e di lunga durata, ma che viene inoculato con una puntura molto più dolorosa rispetto all’altro vaccino, è stata sospesa a Roma e nel Lazio giovedì sera, subito dopo che l’Aifa (Agenzia italiana del farmaco) aveva ritirato il farmaco.

La Regione Lazio ha dato disposizione a tutte le Aziende sanitarie locali di sospendere, in via precauzionale e in attesa delle comunicazioni ufficiali dell’Aifa, la distribuzione e la somministrazione del vaccino Fluad in giacenza a prescindere dai lotti segnalati. Le dosi dei lotti 57mila su 947mila dosi».

Ormai però è psicosi. L’Aifa ritiene sia possibile che l’«aumento repentino delle segnalazioni di eventi verificatisi diversi giorni fa possa essere in parte ricondotto all’impatto mediatico di tali notizie sulla popolazione e all’acuita sensibilità stimolata nei cittadini e negli operatori sanitari».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro