cerca

cronaca

E.Romagna, oltre 200 operatori gioco protestano davanti Regione

Bologna, 3 dic. (Adnkronos) - - Oltre 200 operatori del gioco pubblico stanno manifestando davanti alla sede della Regione Emilia-Romagna; appartengono alle principali associazioni di categoria: Sts-Fit, Utis, As.Tro, Sapar, Agisco e , Rescogitans. Protestano "contro gli effetti prodotti dalla Legge regionale n.5/2013". La manifestazione, che si sta tenendo in concomitanza con la seduta dell’Assemblea Legislativa Regionale, "vuole denunciare gli effetti distorti che verrebbero prodotti da una normativa che avvantaggia solo il business del gioco illegale, mentre costringe le aziende legali a chiudere e a licenziare i propri dipendenti". "Premessa la dimostrata inefficacia degli strumenti restrittivi introdotti dalla normativa regionale - sostengono le associazioni -, non è stata trovata alcuna soluzione che sia in grado di contemperare le esigenze di salvaguardia della salute pubblica con quelle di tutela dell’occupazione e della libertà economica".

"Questa manifestazione -spiega As.Tro - e' l’occasione per mostrare alle istituzioni regionali che, quando si parla di gioco, si parla anche di una realtà fatta di migliaia di persone che, in Emilia-Romagna, sono costrette a lottare per difendere il proprio diritto al lavoro e rappresentano l’unico argine all’offerta illegale che, giorno dopo giorno, continua ad avanzare".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro