cerca

cronaca

Tumori: arti marziali contro il cancro, 'Rabbi G' prossima settimana in Italia

Roma, 9 nov. (Adnkronos) - Combattere e vincere la battaglia contro i tumori infantili, allenando il corpo e la mente dei bambini e dei loro familiari con le tecniche delle arti marziali. E' l'obiettivo dei volontari dell'associazione Kids kicking cancer (kidskickingcancer.org), fondata da rabbi Elimelech Goldberg, per tutti "Rabbi G", che in occasione del ventennale di Kkc la prossima settimana sarà impegnato in un tour in Italia.

Primo appuntamento nella mattinata di giovedì 14 in Vaticano per una conferenza dal titolo "Promoting digital child dignity from concept to action", mentre nel pomeriggio alle 14 'Rabbi G' si recherà al policlinico Gemelli per un incontro col primario di oncoematologia pediatrica, Antonio Ruggiero, e con i piccoli ricoverati. Alle 16 sarà invece all'ospedale pediatrico Bambino Gesù per incontrare Franco Locatelli, primario di oncoematologia pediatrica e ematologia trasfusionale, e alcuni piccoli pazienti.

Venerdì 15 si recherà a Napoli per una visita all'ospedale Pausilipon, dove i volontari dell'associazione fanno servizio tre volte a settimana coordinati dal Mat (Martial arts therapist) Francesco Furino. Nella mattinata di domenica 17 'Rabbi G' sarà di nuovo a Roma per il corso di aggiornamento per mat e volontari presso l'istituto scolastico Gesù e Maria e in questa occasione si terranno dimostrazioni pratiche delle lezioni nei day hospital e nei reparti oncoematologici. Nel pomeriggio invece si recherà alla scuola di arti marziali 'La tigre e l'acqua' a Velletri, dove sarà accolto dal maestro Nino Tirelli e assisterà a un'esibizione di alcuni bambini prima di festeggiare i venti anni dell'associazione.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro