cerca

Zoomarine, oltre 450 posti lavoro creati nel 2017

Zoomarine, oltre 450 posti lavoro creati nel 2017

Roma, 16 gen. (Labitalia) - Oltre 450 posti di lavoro creati e attivati ingenti investimenti. Questa la sintesi della stagione 2017 di Zoomarine, il più grande parco acquatico italiano situato alle porte di Roma, dopo 9 mesi di attività dal 1° aprile 2017 al 7 gennaio 2018. Un anno importante per Zoomarine che è entrato a far parte del più prestigioso gruppo mondiale nella gestione dei delfinari, la multinazionale messicana Dolphin Discovery che gestisce 24 parchi tematici nel mondo in 9 Paesi e che annovera più di venti anni di esperienza grazie a uno staff internazionale di alto spessore tecnico d’avanguardia.

La nuova stagione 2018 di Zoomarine sarà inaugurata il 3 marzo e terminerà il 7 gennaio 2019: sarà più lunga di un mese rispetto al 2017 e riserverà al pubblico ancora una serie di novità che saranno presentate nel mese di marzo. Intanto, il parco rimane aperto in queste settimane con la formula 'Animal explorer', tutti i weekend e con le visite su prenotazione per le scuole e per i gruppi. A febbraio, invece, nuova apertura straordinaria in programma, con una serie di giornate a tema dedicate al Carnevale il 3, 4, 10, 11.

A guidare Zoomarine in Italia è l’amministratore delegato, Renato Lenzi, con oltre 25 anni di attività internazionale nella gestione di mammiferi marini e 12 all’interno del gruppo Dolphin Discovery. "Chiudiamo una stagione -spiega Lenzi- per noi molto positiva, con un bilancio assolutamente favorevole che consolida il ruolo di Zoomarine nel sistema italiano ed europeo dell’intrattenimento e della divulgazione di messaggi di eco sostenibilità che abbiamo nel dna della nostra mission. La scelta di Dolphin Discovery per la crescita nel valore e intensità delle proposte offerte a Zoomarine si è concentrata sulla creazione di nuove esperienze interattive che si reggono sulla personalizzazione, la grande interattività e l’utilizzo di ben definiti momenti emotivi che diventano veicolo di messaggi educativi e di conservazione".

"Tutti gli investimenti -sottolinea- realizzati nello scorso anno hanno consolidato il rapporto con il nostro pubblico che si è, allo stesso tempo, ampliato e diversificato. Abbiamo ospitato sempre più persone provenienti da aree geografiche in passato assenti dal Parco, e penso quindi alle regioni del Nord Italia ma anche a turisti stranieri, americani, inglesi e cinesi in primis, che hanno scelto di trascorrere qualche giorno nel Lazio e nel nostro parco. Con queste premesse guardiamo fiduciosi al 2018, consapevoli di avere una grandissima risorsa da tutelare e promuovere, ovvero i nostri preziosi animali, specie uniche da scoprire e da conoscere”.

Quattro riconoscimenti internazionali coronano il 2017, tutti a certificare gli elevati standard qualitativi nel benessere animale e nell’offerta di intrattenimento al pubblico. Si parte con 'Le fonti awards' che assegna a Zoomarine il premio 'Eccellenza dell’anno Innovazione e Leadership nel settore Intrattenimento'. Premiate a Milano oltre 30 società e ceo di grandi aziende italiane e multinazionali del made in Italy, agro-alimentare, fashion di lusso e sportivo, aziende che investono in innovazione e ricerca.

Zoomarine ha, inoltre, ricevuto la certificazione della 'American Humane', organizzazione nata negli Usa e oggi di profilo internazionale che da 140 anni si impegna a garantire la sicurezza e il benessere animale attraverso la valutazione di diversi parametri fisiologici ed etologici della vita degli esemplari che vivono sotto le cure umane in tutto il mondo. Un riconoscimento prestigioso, che premia il lavoro di Zoomarine nella cura e attenzione agli animali che il Parco alle porte di Roma dedica da anni anche grazie agli elevati standard qualitativi voluti dalla proprietà, il gruppo messicano Dolphin Discovery.

'American Humane' rappresenta il gold standard più efficace e affidabile, attualmente esistente, a garanzia del benessere degli animali. L’associazione è leader nei programmi che rafforzano il legame positivo tra essere umano e animale e opera attraverso proprie iniziative mirate alla tutela degli animali utilizzati nel cinema e negli allevamenti, al salvataggio degli animali da disastri naturali, alla certificazione del benessere degli animali negli zoo ed acquari.

Sempre nel 2017 arriva poi a Zoomarine il 'Certificato di eccellenza TripAdvisor'. Giunto alla settima edizione, il riconoscimento premia le strutture ricettive che hanno ottenuto recensioni eccellenti su TripAdvisor nell'ultimo anno. A chiudere l’anno il premio speciale della giuria ai 'Parksmania awards 2017'. Zoomarine, inoltre, nel 2017 ha ottenuto il riaccreditamento Eaam e Ammpa dalle associazioni internazionali più autorevoli nel campo della tutela e valorizzazione degli animali marini.

Il 2017 sarà un anno da ricordare per Zoomarine, con 64 nuovi arrivi tra gli animali del parco che ospita delfini, leoni marini, foche, uccelli tropicali e rapaci, pinguini, pellicani, fenicotteri e numerosi altri esemplari, per un totale di 295 animali di 45 specie diverse. Prima struttura nel nostro Paese a ricevere il riconoscimento di Giardino Zoologico nel 2009, Zoomarine collabora con 12 università italiane e internazionali in progetti rivolti al benessere e alla tutela degli animali e alla sensibilizzazione del pubblico sul tema della salvaguardia ambientale.

Alla vigilia di Ferragosto nascono a Zoomarine 10 nuove testuggini, un evento importante che mette al mondo rari esemplari di Testuggine gigante africana, specie protetta tipica del continente africano, testuggini con una vita media di circa 90 anni ed un peso di quasi 100 chili. Zoomarine ospitava già 18 testuggini giganti africane di età compresa tra i 6 e i 40 anni. Tutte le testuggini sono nate in ambiente controllato e protetto, secondo procedure e standard di tutela internazionali sanciti dalla Cites, la Convenzione internazionale sul commercio degli animali esotici.

Il Parco ha, infatti, inaugurato il primo e unico Centro di recupero tartarughe marine del Lazio, un vero e proprio pronto soccorso per questi animali. Zoomarine ha, inoltre, collaborato con la direzione dell’assessorato all'Ambiente della Regione Lazio all’istituzione di una rete regionale denominata TartaLazio per il recupero, soccorso e affidamento delle tartarughe marine.

Ancora un fiocco rosa al Parco con la nascita di 3 esemplari di fenicottero minore, un evento unico nel suo genere che vede protagonista l’Italia. Grandi quanto il palmo di una mano, con becco e zampe rosa e il piumaggio grigio, gli uccelli sono esemplari di fenicottero minore (Phoeniconaias minor), tra le 5 specie di fenicotteri esistenti al mondo quella più piccola e anche più rara da osservare negli zoo. Rarissima la riproduzione in ambiente controllato, mai avvenuta in uno zoo europeo. Sempre nel 2017 a Zoomarine sono nati 1 pinguino del Sud Africa (specie rara e protetta a rischio estinzione) che si aggiunge agli altri 14 pinguini già ospiti del parco, 10 anatre sposa (specie protetta originaria del Nord America) e 40 diverse specie di piccoli pappagalli.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie

Opinioni