cerca

battuto il lokomotiv

Douglas Costa all'ultimo respiro, la Juve agli ottavi di Champions

Douglas Costa all'ultimo respiro, la Juve agli ottavi di Champions

All'ultimo respiro. Un gol da cineteca di Douglas Costa al minuto 93 permette alla Juventus di passare a Mosca e staccare con due partite d'anticipo il biglietto per gli ottavi di Champions. Un 2-1 soffertissimo quello sulla Lokomotiv, ma che permette ai bianconeri di prendersi uno dei due posti riservati dal girone D. Sarri ripropone Higuain in tandem con Ronaldo e Ramsey alle spalle, Rugani e' il partner di Bonucci mentre Rabiot è preferito a Matuidi. La gara si mette bene per i bianconeri, avanti dopo 4 minuti: punizione dalla sinistra di CR7, Guilherme fa un pasticcio e Ramsey ci mette il piede per il vantaggio. Ma l'illusione dura poco: al 12', su un cross dalla destra, Aleksei Miranchuk colpisce indisturbato di testa, palla sul palo ma a 'rimbalzo' va ancora il 24enne russo che pareggia i conti. La Juve soffre e rischia, davanti si danna Higuain che in un paio di occasioni impegna il portiere della Lokomotiv.

Nella ripresa, dopo 11 minuti, e' Ronaldo a scaldare le mani a Guilherme anche se in contropiede la squadra di Sarri rischia qualcosa. Tanti i palloni persi, entrano cosi' Bentancur e Douglas Costa per Ramsey e Khedira. Ma e' una Juve lenta e Bonucci e' provvidenziale quando salva sulla linea sulla conclusione a porta vuota di Joao Mario. Al 93' l'episodio che decide la gara: Douglas Costa converge dalla sinistra, combinazione volante con Higuain e tocco che spedisce i bianconeri fra le migliori 16 d'Europa. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro