cerca

Al via la valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico

Leonardo Ventura A ridosso di Natale il ministero dell’Economia vara un’altra tappa dell’operazione di valorizzazione e dismissione del patrimonio immobiliare pubblico. Invimit Sgr lancia 4 fondi...

A ridosso di Natale il ministero dell’Economia vara un’altra tappa dell’operazione di valorizzazione e dismissione del patrimonio immobiliare pubblico. Invimit Sgr lancia 4 fondi diretti per gestire asset immobiliari superiori a 1 miliardo. L’annuncio fatto con un twit in modo stringato non dà la misura dell’importanza di questa operazione.

I quattro fondi istituiti dal consiglio d’amministrazione di Invimit sono: i3-Inail, i3-Inps, i3-Regione Lazio, i3-Università il cui «perimetro complessivo sarà equivalente ad oltre un miliardo di euro in termini di portafoglio immobiliare». L'iniziativa della Sgr del ministero dell'Economia e delle Finanze giunge dopo il varo nel corso del 2014 del Fondo di fondi «i3-Core».

Il fondo i3-Inail ha unportafoglio immobiliare che per il 45% è ubicato nell’Italia centrale ed il 51% nelle regioni del nord. Territorialmente spicca la città di Roma che da sola annovera il 25% delle superfici complessive del portafoglio. Il fondo i3-Inps prevede un perimetro di 107 immobili per un valore complessivo di circa 577 milioni da apportare in quattro fasi nel corso del 2015. Il 56% del portafoglio è ubicato nell’Italia centrale. Roma da sola annovera il 32% delle superfici complessive del portafoglio.

L’obiettivo principale del fondo è quello di valorizzare il portafoglio immobiliare, attraverso: la gestione professionale di Invimit finalizzata all’ottimizzazione della redditività, la dismissione degli asset non valorizzabili e pronti alla vendita, la valorizzazione o l’eventuale riconversione attraverso interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, risanamento e restauro.

Il fondo i3-Regione Lazio prevede un perimetro di 55 immobili per un valore complessivo di circa 143 milioni da apportare in due fasi nel corso del 2015.

L’obiettivo principale del fondo è quello di dismettere il patrimonio apportato. Prioritariamente si avvierà una fase volta a vendere i beni agli attuali locatari e solo in via residuale al mercato mantenendo le eventuali agevolazioni previste dalla legge e dal regolamento Regione Lazio.

Il fondo i3-Università ha 30 immobili per un valore complessivo di circa 185 milioni da apportare in tre fasi nel corso del 2015. Il valore di mercato del portafoglio immobiliare, si attesta a circa 187 milioni.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro