cerca

Ok i medici ma in Libia siamo in guerra

Naturalmente non va dimenticato che abbiamo improvvidamente partecipato al suicidio della vecchia Libia, e che agli occhi dei mille nazionalismi libici siamo pur sempre i vecchi colonizzatori: la...

Naturalmente non va dimenticato che abbiamo improvvidamente partecipato al suicidio della vecchia Libia, e che agli occhi dei mille nazionalismi libici siamo pur sempre i vecchi colonizzatori: la strada nazionale costiera che collegando Tripoli e Bengasi passa per Misurata è la via Balbia, e chi a Sabaudia ammira una villa famosa sa che quella era la villa dei conti Volpi di Misurata, appunto. C’è un modo per capire se e quanto ci conviene questa scelta? Difficile misurarsi sulla scommessa strategica, che è di lungo periodo. Più semplice dire che ci sono almeno tre piccole questioni che ci diranno se stiamo facendo i nostri legittimi interessi: le forniture di petrolio, la vicenda di Failla e Piano, i barconi. Sul petrolio c’è poco da dire. Sulla morte dei due operai italiani al termine di un lungo sequestro c’è molta chiarezza, inutilmente richiesta dalla vedova di Salvatore Failla, da fare. Sui barconi, parlano i numeri dei «salvataggi» e degli sbarchi. Ormai le carrette del mare vengono raccolte alle soglie delle acque libiche, in una spola che non è salvataggio ma routine quotidiana. Tanto che due troppo generosi volontari tedeschi sono stati arrestati dai libici proprio per aver violato le acque territoriali. Le navi italiane, più accorte, incrociano al tredicesimo miglio, come tassì fuori da una stazione. C’è una terza via, alternativa ai naufragi e alla messinscena della raccolta di immigrati porta a porta? Quella di un governo libico che impedisca le partenze selvagge e costruisca campi di raccolta, di identificazione, di verifica dei requisiti per le richieste d’asilo degni di questo nome. Per ora, legittimamente, il governo di Tripoli lamenta che la Croce rossa libica non riesce a gestire neanche quelli esistenti e l’Europa è avara di aiuti. Sarebbe il colmo che guarissimo i combattenti e trascurassimo le nostre malattie.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie

Opinioni