cerca

Se il figlio vuol sposare la mamma

L’incredibile storia di due cittadini inglesi: Kim West, 51 anni e Ben Ford, 32 Aveva dato il figlio in adozione. Dopo 30 anni si ritrovano e si innamorano

Ha lasciato la moglie dopo aver conosciuto la mamma e ora si vogliono sposare e avere un figlio. "Bello di mamma", "amore di mamma", di nome e di fatto. Ha fatto il giro dei tabloid inglesi la storia di Kim West, 51 anni, e Ben Ford, 32 anni. I due sono madre e figlio ma la donna, da giovanissima, aveva dato il bambino in adozione. Dopo 30 anni lo ha ritrovato e ora i due dicono di amarsi e negano l’incesto. Sono i quotidiani britannici a riportare l’incredibile storia. «I’m in love with my son and want to have his baby», ("sono innamorata di mio figlio e voglio un figlio suo") il racconto al "The New Day". E il giornale ci ha sparato un titolone sulla copertina accanto alla foto dei due, abbracciati e sorridenti, felici come una pasqua. E si assomigliano pure. Più che madre e figlio sembrano due gocce d’acqua.

E allora eccola la storia che fuga ogni dubbio sul fatto che, almeno per qualcuno, non ci sia "più religione".

Madre e figlio si sono ritrovati solo tre anni fa, quando il ragazzo era già adulto e aveva messo su famiglia (questa perlomeno regolare). La donna, infatti, aveva dato il figlio in adozione una settimana dopo la nascita e da allora non aveva più avuto sue notizie. Ma nel 2013 Ben, che abitava negli Stati Uniti, si mette in testa di cercare la madre, che viveva in Inghilterra. Dopo l’incontro, però, capiscono che sono come due perfetti sconosciuti, che devono frequentarsi per iniziare a conoscersi. Di tempo, però, non ne è servito molto. Il dardo di Cupido li ha centrati subito. Presto hanno capito di provare un amore diverso da quello che normalmente provano una madre e un figlio. Al tabloid britannico i due hanno infatti raccontato che la loro vita sessuale è un «incredibile fuoco d’artificio» e che hanno intenzione di «sposarsi» e di «fare un figlio insieme». Ripensamenti e timori? Nessuno. Qui non siamo in una tragedia greca. Non c’è nessun Edipo re pronto ad accecarsi, di fronte alla scoperta di essere stato un inconsapevole omicida del padre, per poi generare figli con la propria madre.

La storia dei nostri giorni ha un finale senza pentimenti. Ben ha lasciato la moglie dopo aver conosciuto la mamma che, solo inizialmente ha raccontato di aver provato vergogna per l’attrazione verso il figlio e per le fantasie proibite fatte su di lui. L’ombra del rossore è divenuto acqua passata nel breve volgere di una ricerchina su Internet: giusto il tempo di capire che esiste una «attrazione sessuale genetica» che "sdogana" la possibilità di innamorarsi tra consanguinei, che si incontrano per la prima volta da adulti. Proprio come era successo ai due. Perciò di che vergognarsi? A chi li giudica la coppia, che ora vive nel Michigan, risponde serena che il loro amore non si tratta di «incesto» ma di «genetic sexual attraction», lo dice il web!. «So che le persone ci ritengono disgustosi, che dovremmo essere in grado di controllare le nostre pulsioni - ha detto la donna - ma quando vieni colpito da un amore così intenso hai il desiderio di combattere ogni cosa per difenderlo e portarlo avanti».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro