cerca

Il mercato degli infermieri «in affitto»

La piaga del personale esternalizzato sfruttato dalle società interinali La Regione paga 25 euro all’ora ma il sanitario ne intasca soltanto 4 SAN CAMILLO Più posti letto e meno medici

Il mercato degli infermieri «in affitto»

SCIOPERO MEDICI, OLTRE 5 MILIONI PRESTAZIONI A RISCHIO

«Ho visto pagare, dalla Regione, 25 euro l'ora per una prestazione infermieristica che però viene retribuita, nel contempo, solo 8 euro l'ora all'infermiere ingaggiato: una differenza giustificatami come rischio d'impresa». Un rischiatutto uno e trino: oltre i due terzi della prestazione alla società interinale e la restante quota all'infermiere in "affitto". Così, almeno, quantifica il sindacato infermieristico Nursing Up Lazio, che sta stilando un dossier proprio sulle società che offrono servizi sanitari esternalizzati negli ospedali e strutture sanitarie pubbliche. Si tratta di un vero e proprio sfruttamento. Rita Laura Santoro, segretaria regionale del sindacato insorge: «Non possiamo assistere passivamente allo sfruttamento dei colleghi con questa forma di schiavismo moderno». Per Nursing Up le ditte che lavorano per la Regione Lazio, negli ospedali e per l'Ares 118 sono una serie di matriosche, una dentro l'altra, una collegata ad un'altra. «Unico denominatore sono i contratti discutibili di lavoro nei confronti dei colleghi che svolgono attività infermieristica, ma con intenzioni del datore di lavoro di formazione non retribuita, benché effettuata in corsia ed in turno - spiega Santoro - Altri si vedono proporre 4 euro l'ora, quasi la metà dello stipendio sindacale previsto per le domestiche, fissato dall'Inps in 7,50 l'ora. Ci sono colleghi che percepiscono uno stipendio fisso, i più fortunati, ma lavorano per molte, molte ore di più senza straordinario ed in barba alle direttive Europee. Sono convinta che certi datori di lavoro vadano denunciati all'Ispettorato di lavoro, all'Inps e alla Guardia di Finanza». Alle quali Nursing Up vuole sottoporre anche il caso della «privatizzazione del sistema dell'emergenza sanitaria del Lazio». Un delicato compito operativo d'intervento e primo soccorso del Sistema Sanitario Regionale, affidato in appalto, a professionisti del settore. Si tratta di un impegno economico per la Regione Lazio, e conseguenzialmente per i contribuenti, di 63.876.456 per 77 postazioni circa. «Molte delle quali sono state sub-appaltate e chiedo - conclude Santoro- se la ditta vincitrice può sub appaltare un impegno vinto». E dire che il Lazio, insieme alla Lombardia, ha il record nazionale di carenze infermieristiche: mancano 3.706 paramedici. «Per la copertura dei turni dopo l'entrata in vigore della direttiva europea sull'orario di lavoro servono 2271 infermieri. Che - avverte il collegio Ipasvi di Roma- compresi quelli per i turni diventano 3706. All'Umberto I, che da anni impiega 450 infermieri di una cooperativa per assicurare il servizio, servirebbero più di 500 unità. Al San Camillo ne occorrono 200 ed altri 160 a metà fra il San Giovanni e il Pertini, 100 nell'Asl Roma 4, fra Civitavecchia e Bracciano. A Tor Vergata e Gemelli ne servono 102 solo per le unità di terapia neurovascolare. Nei 5 nosocomi dell'Asl Roma 5 ne mancano 200, all'Ares 118 oltre 700 applicando l'atto aziendale. «E dei 200 colleghi che dovevano arrivare per integrare il personale per l'anno giubilare, 46 solo per il San Camillo, ancora non si vede neanche l'ombra, nonostante sia passato oltre un mese dall'apertura della porta santa», ricorda Marco Lelli del Nursind Roma. Ma, se i rinforzi infermieristici sono ancora fantasma, «i fantomatici steward, individuati dalla Regione sono oramai diventati ologrammi: 10 mesi fa erano stati annunciati 3 assistenti di sala in ogni struttura, 2 il sabato, ma ora se ne vede al massimo uno nelle sale d'accoglienza dei Pronto soccorso rinnovati per il Giubileo, ma non adeguatamente rinforzati nelle dotazioni organiche» concludono Raffaele Piccari e Stefania Ghirelli del Nursind.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro