cerca

Paura negli studios Rai di via Teulada

Nicola Zingaretti a Porta a Porta
E Bruno Vespa ritirò la mano

Il conduttore Rai ha accolto il segretario del Pd allungando il braccio, ma subito l'ha ritirato. Forse Bruno Vespa mercoledì 4 marzo ha avuto un sinistro presentimento. Oppure è scattato il ricordo delle prescrizioni già circolate, ma saggiamente il giornalista di lunga esperienza ha ritirato la mano che gli porgeva Nicola Zingaretti quando è arrivato al bar di Porta a Porta per il prologo della puntata. "Non le do la mano, perché..." si è giustificato Vespa, che ancora non poteva sapere che il leader del Pd due giorni dopo sarebbe risultato positivo al coronavirus. Zingaretti nell'occasione ha sorriso e accettato il saluto a distanza: "questa sera no, questa sera no... Saremo fra i primi in Italia ad ottemperare alle ordinanze". Vespa al bancone del bar ha fatto ancora un passo indietro per mettere una distanza di sicurezza con il segretario del Pd, ma cortesemente si è augurato: "speriamo di potere riprendere presto le vecchie abitudini". Poi Zingaretti è entrato in studio accompagnato dal consueto maggiordomo varcando la tradizionale porta bianca. L'intervista si è svolta a distanza di sicurezza, ma certo il segretario del Pd che era portatore sano del virus in quello studio televisivo è stato a lungo. E il giorno dopo ci è entrato pure il segretario della Lega, Matteo Salvini. Qualche apprensione comprensibile la stanno vivendo sia il conduttore che tutti gli addetti presenti negli studios Rai di via Teulada...

https://www.facebook.com/nicolazingaretti/videos/491734144855364/

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro