cerca

verso la champions

Inzaghi: "Avanti Lazio ma non è decisiva"

Inzaghi : avanti Lazio ma non è decisiva

Simone Inzaghi

Ultimi sforzi, la Champions League è a un passo. Ma passa, inevitabilmente, per la sfida contro l'Atalanta. La Lazio affronterà la Dea domani pomeriggio alle 15 in uno stadio Olimpico che annuncia almeno 45 mila tifosi sugli spalti. Il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi ha presentato la partita in conferenza stampa dal centro sportivo di Formello, scherzando anche sulle proprie condizioni fisiche: «Sono tutto fasciato, ma ho recuperato per domani». Un piccolo incidente giocando con i ragazzi a teqball (ping pong con i piedi) e due costole rotte (nona e decima). Lui ci sarà domani in panchina, i suoi big invece no: «Domani avremo delle assenze pesanti. Immobile, Parolo e Radu sono importanti e finora hanno fatto bene. Penso che, al di là delle individualità, il punto forte della Lazio è il gruppo, è stata la nostra forza in questi due anni e mezzo». Sarà Caicedo a sostituire Immobile in attacco: «Caicedo non mi deve dimostrare nulla, me lo ha dimostrato in questi otto mesi per come si è allenato e proposto. Quando ha dovuto sostituire Immobile, lo ha fatto nel migliore dei modi. Ho ancora dei dubbi: Felipe sta molto bene e non l’ho mai trovato così disponibile. Penso che sia nel pieno della maturità ed è sempre positivo per tutti. Ho diverse possibilità, ma sicuramente giocherà Caicedo».

Alla Lazio servono 6 punti per centrare matematicamente la Champions: «Ma non penso che sarà una giornata decisiva. Sicuramente per noi è una partita importantissima perché dobbiamo far seguito alle ultime prestazioni. L’Atalanta è bene allenata e organizzata. Senza Europa League si sarebbe giocata con noi la Champions. In questo momento la Champions League passa attraverso l’Atalanta. Ci siamo preparati al meglio per fare una gara equilibrata». Sull'avversario: «L’Atalanta ha ottimi giocatori, ed è ritentato anche Ilicic. Possono mettere Cristiane nei due mediani o dietro a Ilicic e Gomez. E’ una squadra che può mettere in difficoltà chiunque. Gasperini è un ottimo allenatore». In campo si vedrà la stessa Lazio di Torino dopo gli infortuni di Radu e Immobile: Caceres in difesa con De Vrij e Luiz Felipe, Murgia a centrocampo al posto di Parolo, Caicedo in attacco con Luis Alberto alle spalle e Felipe Anderson a scalpitare in panchina. Marusic e Lulic si muoveranno sugli esterni, Milinkovic-Savic e Leiva completeranno la mediana.

 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie