cerca

in campo con i bambini

Felipe Anderson, Murgia e Wallace tornano a scuola, riparte il tour della Lazio

Felipe Anderson, Murgia e Wallace tornano a scuola, riparte il tour della Lazio

Riparte il tour della Lazio nelle scuole, questa volta è il turno dell’Istituto Comprensivo Perlasca, zona Pietralata. Felipe Anderson, Murgia, e Wallace hanno incontrato e risposto alle domande dei bambini presenti: “A scuola ero bravissimo - ha spiegato il 10 biancoceleste - la saggezza è la cosa più importante e che nessuno può toglierti. A scuola uno impara a comportarsi fuori, i professori vanno ascoltati, insegnano cose fondamentali per la vita. A volte non riusciamo a dormire, perché la partita va male e non siamo riusciti a fare bene. Ma dobbiamo guardare avanti e pensare al futuro”.

Dello stesso avviso il difensore Wallace: "Io andavo benino, volevo sempre giocare con gli amici. I professori mi dicevano sempre Walllaaace, devi stare attentoooo. Comunque quello che studiamo è quello che ci portiamo dietro per tutta la vita. Senza scuola è tanto difficile, soprattutto in Brasile. Bisogna studiare e imparare”.

Al termine dell’evento Murgia si è fermato con i cronisti presenti. Tanti gli argomenti toccati, la testa è già alla sfida di lunedì sera contro il Genoa: “È una partita molto importante, loro hanno cambiato allenatore da poco e stanno giocando molto meglio. Come sempre sarà difficile, ma noi scenderemo in campo e ce la metteremo tutta". Poi sul suo percorso ha aggiunto: "Io sono tranquillo, so di far parte di un gruppo di giocatori molto forti. Quando arriverà la mia occasione darò il massimo, intanto mi alleno al meglio". Sulla squadra: "Il clima nello spogliatoio è sereno, siamo un bel gruppo, stiamo facendo belle cose, ma abbiamo ancora fame e voglia di arrivare più in alto. Vogliamo ottenere i risultati che ci siamo prefissati. Continuiamo a giocare partita dopo partita, poi vedremo cosa succederà a fine anno". Gli obiettivi: "Per la Champions dovremo lottare contro Inter e Roma, hanno entrambe ottimi allenatori e giocatori, è difficile dire quale sarà la squadra più difficile da superare". Ha concluso parlando di Leiva: "Lucas è un giocatore immenso. Da lui c’è solo da imparare, giorno dopo giorno rubo sempre con gli occhi. Quindi lo ringrazio per tutto ciò che sto imparando".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

La vittoria de Il Tempo
Carlotta ha il suo comunicatore

Acrobazie e show, gli Harlem Globetrotters a Il Tempo
Urla e scappa, poi accoltella il poliziotto: attimi di paura in via Appia a Roma
"La mia Lazio da Champions ma gli arbitri...", intervista esclusiva a Ciro Immobile