Il recupero della serie A

La Lazio non si ferma più: tris all'Udinese

Gianluca Cherubini

All'Olimpico autorete di Samir, poi a segno Nani e Felipe

Altri tre punti, quarantasei in classifica, staccato l’Inter di tre lunghezze. Vola la Lazio, schiantata l’Udinese all’Olimpico grazie alle reti di Samir (autogol), Nani e Felipe Anderson. Domenica è in programma la trasferta di San Siro contro il Milan. 

PRIMO TEMPO - Inzaghi ne cambia cinque rispetto alla gara contro il Chievo Verona. In campo dall’inizio Radu, Basta, Lukaku, Nani e Felipe Anderson. Esordio rimandato per Caceres. Dall’altra parte Massimo Oddo (sotto la curva Nord insieme a Luciano Zauri prima della partita) deve rinunciare a Lasagna e manda in campo dal primo minuto Perica al posto di Rodrigo De Paul. Il match è equilibrato, la Lazio prova a fare la partita, l’Udinese si difende bene e riparte in velocità. I biancocelesti passano al 21esimo grazie all’autogol di Samir: cross di Milinkovic e colpo di testa involontario del terzino friulano. Gli ospiti cercano subito il pareggio con un sinistro di Barak, straordinaria la risposta di Strakosha.

SECONDO TEMPO - Passano soltanto due minuti e la Lazio trova subito il raddoppio con Nani: discesa devastante di Felipe Anderson, palla dentro per il portoghese che con il piatto destro supera Bizzarri. Il risultato è in cassaforte e i biancocelesti si divertono. Milinkovic regala spettacolo; Leiva è insuperabile, sulle fasce Basta e Lukaku sono imprendibili. E Inzaghi pensa anche al Milan: al 20esimo fuori Savic (diffidato), dentro capitan Lulic. Entra anche Luis Alberto, viene richiamato Nani, autore di una grande gara. L’Udinese - sfruttando un disimpegno sbagliato di Strakosha - sfiora il gol con De Paul. Bravo però il portiere albanese che si fa perdonare con un altro intervento super. Chiude lo show Felipe Anderson, contropiede e destro chirurgico su assist di Lulic. 

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.