venerdì 24 ottobre 2014
.
Sfogliatore
ACQUISTA EDIZIONE
LEGGI L’EDIZIONE
18/01/2014 06:07

Pjanic firma Poi parte l’asta

Vicino il rinnovo del centrocampista A giugno lo vogliono Barça e United

Allenamento AS Roma a Trigoria


Se per il mercato sono giorni caldi, diventeranno bollenti i prossimi per il futuro di Pjanic. La Roma è vicinissima al rinnovo del contratto del bosniaco (la cifra necessaria è già stata calcolata nel bilancio) che firmerà un pluriennale da circa 3.2 milioni netti a stagione più bonus. Ma questo non basterà per avere la certezza che il numero 15 prolunghi la sua avventura in giallorosso, considerando che Psg, Manchester United, Real Madrid (piace molto ad Ancelotti) e Barcellona hanno già mostrato un vistoso interesse.

Sabatini è tornato proprio ieri dalla capitale della Catalogna ufficialmente per incontrare il presidente blaugrana Rosell, disposto ad allentare la presa sul talento paraguaiano Sanabria. Il discorso Pjanic, semmai, verrà dopo. La Roma sta già studiando le alternative al bosniaco (una l’ha già presa: Parede) e ieri al ds è stato offerto l'uruguaiano Ramirez del Souphtampton che ora non sarebbe tesserabile in quanto extracomunitario.

A Milano iil ds ha continuato il solito giro di colloqui tra procuratori e addetti ai lavori. La ricerca di un difensore centrale rimane una priorità soltanto nel caso in cui si realizzasse la cessione di Burdisso, disposto ad andare via da Trigoria sin da subito, ma soltanto a determinate condizioni. Rifiutata la proposta del Genoa, l'argentino ambisce ad un club di livello superiore, in grado di potergli garantire anche la partecipazione ad una competizione europea. Nessuna offerta concreta però è ancora arrivata nel quartier generale romanista, dove si sono palesati soltanto il timido sondaggio da parte dell'Olympiacos. Il trasferimento in Grecia rimane ancora al vaglio del difensore.

Per sostituire in caso il numero 29 è aperta ancora lo studio della possibile alternativa: l'olandese Heitinga (offerto di nuovo ieri dall’agente) piace poco a Sabatini, che però messo alle strette potrebbe decidere di pensare al centrale dell'Everton proprio nelle ultime ore prima della chiusura del mercato. Situazione in bilico anche Borriello, che felice di terminare la stagione alla corte di Garcia, non ha alcuna fretta di accelerare i tempi di una possibile cessione. Il West Ham è una destinazione poco gradita, meglio aspettare una proposta futura del Genoa nel caso in cui riuscisse a piazzare Gilardino al Bologna.

Dopo aver bloccato Abner per il prossimo giugno la priorità sembra quella di sistemare le operazioni minori. In via di definizione il passaggio di Caprari (non convocato per oggi) in comproprietà al Pescara. Oltre ad un piccolo conguaglio economico a Trigoria dovrebbero tornare momentaneamente Frascatore e Piscitella. Dopo l'avventura francese all'Ajaccio, Crescenzi saluta tutti e va in prestito al Novara.

Adriano Serafini






consenso al trattamento dei dati
I commenti inviati vengono pubblicati solo dopo esser stati approvati dalla redazione






Invia una copia anche al tuo indirizzo di posta
Se il codice risultasse illeggibile CLICCA QUI per generarne un altro

 

Copyright 2001 Quotidiano IL Tempo srl tutti i diritti riservati - Gerenza - Pubblicità