cerca

senza freni

Dallo stupro al fallo nel fondoschiena, tra Crozza e Benatia è gara di insulti

Ma la Juve non multa il difensore

Dallo stupro al fallo nel fondoschiena, tra Crozza e Benatia è gara di insulti

La Juventus non multerà in alcun modo il tesserato Benatia per gli insulti rivolti a Maurizio Crozza. Al termine di Real Madrid-Juventus, il difensore bianconero aveva definito il rigore al 93’ come “uno stupro”, mentre il portiere Gianluigi Buffon parlava di arbitro con “un bidone dell’immondizia al posto del cuore”. Quando si dice lo stile Juventus.

Il comico, nel suo one man show su Canale Nove, ha risposto per le rime: “Ma come è stato uno stupro? Stai attento a usare le parole, sei tu che hai fatto un'entrata del c***o al 93'. Se però vuoi provare l'emozione, il prossimo fallo in area, un bel fallo, prova a ficcartelo su per il c**o e un'idea a quel punto te la sei fatta”. Benatia ha controreplicato con una breve Instagram Stories sul suo account ufficiale e ha mantenuto il medesimo raffinato linguaggio: “E se vuoi provare sono a Vinovo tutti i giorni… non fai ridere nessuno.. Tieni mettitelo dove ti piace”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano volo [VIDEO]

Isola dei Famosi hot, la Marcuzzi si lancia su De Martino e resta nuda
Raikkonen spezza una gamba al meccanico della Ferrari
Il crollo in diretta: ecco il video della voragine sull'Appia