cerca

Giù il sipario

Formula 1, ecco la nuova Ferrari SF71-H per la sfida mondiale

È stata svelata a Maranello la nuova Ferrari per il Mondiale di Formula 1 del 2018, la SF71-H. "Quando vedi una nuova Ferrari è sempre un giorno speciale", ha detto il team principal Maurizio Arrivabene. "Siamo orgogliosi, è una macchina costruita con passione, impegno, tanto sforzo, tanta ricerca, ci si è preoccupati di ogni singolo dettaglio. E' una macchina realizzata qui nella nostra fabbrica, in Italia, ed è un pezzo della nostra eccellenza".

Il design è caratterizzato da un "muso" tutto nuovo che si restringe in punta. La monoposto ha poi l'Halo, la "gabbia" di protezione per i piloti davanti l'abitacolo che quest'anno diventa parte del regolamento.

"Il feeling è speciale quando si vede una nuova Ferrari. I ragazzi hanno lavorato a questa macchina pezzo per pezzo, in termini di design, di efficienza, di aerodinamica, un lavoro intellettuale e manuale, questo la rende diversa. È stata fatta qui a Maranello, in Italia, ed è questo il feeling. Tutto ciò che hanno fatto lo hanno fatto coscienti che stavano costruendo una Ferrari e rappresenta un bell'esempio di eccellenza italiana", ha proseguito Arrivabene parlando della nuova rossa.

"Fatto un grande lavoro dal punto di vista estetico. È un'evoluzione della scorsa stagione. Halo l'elemento più evidente, ben incluso nel design", ha aggiunto il direttore tecnico della Ferrari Mattia Binotto. "È una macchina che nasce con un passo leggermente più lungo", ha poi precisato parlando della SF71-H.

LE CARATTERISTICHE TECNICHE La nuova Ferrari SF71-H (sigla di progetto 669) è la sessantaquattresima monoposto concepita e realizzata dala casa di Maranello per il mondiale di Formula 1. Il 2018 è il secondo anno all'insegna dei regolamenti che, nella stagione scorsa, avevano introdotto importanti modifiche aerodinamiche e pneumatici più larghi, tutto in funzione dell'incremento prestazionale. La nuova Ferrari di F1 nasce quindi per sfruttare l'esperienza acquisita nel campionato scorso. Rispetto alla SF70-H del 2017, l'interasse è stato leggermente modificato, rivedendo sia gli ingombri laterali che il sistema di raffreddamento. Le sospensioni mantengono lo schema collaudato che vede il puntone (push-rod) all'anteriore e il tirante (pull-rod) al posteriore, ma sono state aggiornate sfruttando l'esperienza della prima stagione con le gomme più larghe. Per quanto riguarda la Power-Unit, sempre i regolamenti riducono da 4 a 3, per quest'anno, il numero dei motori V6 utilizzabili senza penalità nell'arco della stagione. Stesso numero per turbocompressore e MGU-H, ovvero il gruppo motogeneratore collegato al turbo, mentre saranno solo 2 le MGU-K (motogeneratore cinetico, collegato alla trasmissione), le centraline e le batterie a disposizione per tutto l'anno. Il gruppo dei motoristi ha quindi lavorato anche sulla base di questi nuovi parametri.

ECCO L'HALO PER PROTEGGERE I PILOTI
Per la protezione dell'abitacolo a livello estetico spicca la presenza dell'Halo, la struttura di protezione dell'abitacolo che, dopo due anni di collaudi in pista, quest'anno diventa parte del regolamento. Il suo peso (circa 7 Kg, più le installazioni) viene compensato solo in parte dall'aumento del valore minimo di 5 Kg -da 728 a 733- stabilito dal regolamento 2018. Dopo la presentazione di oggi, la SF71-H viene portata sul Circuit de Catalunya, presso Barcellona, dove domenica 25 è previsto un ''filming day'' prima dell'inizio, lunedì 26, dei test veri e propri. La prima sessione durerà fino a giovedì 1 marzo; la seconda, sulla stessa pista, si terrà dal 6 al 9 marzo. Ad entrambe parteciperanno i piloti titolari della Scuderia Ferrari, Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Dall'elicottero ai Fori: il lancio mozzafiato con il Tricolore

Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie
Isola dei Famosi hot, la Marcuzzi si lancia su De Martino e resta nuda