cerca

QUALIFICAZIONI RUSSIA 2018

L'Argentina pareggia col Perù, Mondiale a rischio

L'Argentina pareggia col Perù, Mondiale a rischio

Lionel Messi ancora a secco

L’ Argentina non va oltre uno striminzito pareggio casalingo contro il Perù e il Mondiale resta in bilico. La sfida giocata alla Bombonera di Buenos Aires è finita 0-0, un risultato che abbinato alla vittoria del Cile contro l’Ecuador per 2-1 fa scivolare la ’albicelestè al sesto posto, quindi fuori anche dalla zona ripescaggio, quando manca una sola gara da disputare. La Nazionale di Jorge Sampaoli tuttavia può ancora sperare anche nella qualificazione diretta grazie soprattutto al Paraguay, che ha sconfitto la Colombia per 2-1 con una rocambolesca rimonta nel finale. La situazione in classifica vede ora l’ Argentina a 25 punti ex aequo con il Perù e a -1 da Colombia e Cile. A Messi e compagni basterà una vittoria martedì prossimo a Quito contro l’Ecuador, già matematicamente eliminato, per staccare il pass per la Russia o assicurarsi almeno il quinto posto che vale lo spareggio contro la Nuova Zelanda.

Sampaoli resta però sulla graticola dopo un match che ha confermato la scarsa vena realizzativa della sua Argentina, che ha realizzato appena 16 gol in 17 partite di qualificazione. Non ha dato i frutti sperati la scelta di puntare come unica punta su Dario Benedetto, attaccante del Boca Juniors e idolo della Bombonera sponsorizzato anche da Maradona, con Dybala e Icardi relegati in panchina per tutta la gara. Nella ripresa l’ Argentina si è resa più pericolosa, ma i miracoli del portiere Gallese e un palo colpito da Messi le hanno negato la vittoria.

«C’è rabbia, ma se vinciamo contro l’Ecuador andiamo ai Mondiali». Jorge Sampaoli si sforza di vedere il bicchiere mezzo pieno dopo il deludente pareggio a reti inviolate della sua Argentina contro il Perù. «Sto già pensando a quello che viene», dice il ct della Albiceleste dopo la sfida giocata alla Bombonera di Buenos Aires. Il tecnico si concentra sugli aspetti più positivi di una serata comunque con più ombre che luci: «Abbiamo abbiamo avuto un Messi molto intenso e molto vicino a ciò che serve all’Argentina», evidenzia il ct, sottolineando che dal suo punto di vista «siamo stati molto superiori al Perù e abbiamo giocato con autorità, anche se questo non ci ha portato al risultato. È stata una buona partita, ci è mancato solo il gol», aggiunge Sampaoli, che resta fiducioso nella qualificazione alla prossima rassegna iridata. «Vedo una nazionale molto unita e uno spirito di gruppo in questi ragazzi. Questo mi fa ben sperare per il futuro. Se riusciremo a concretizzare anche solo il 20 percento di quello che produciamo, andremo in Russia. Sarebbe profondamente ingiusto - conclude - se un gruppo come questo non si qualificasse per il Mondiale».

All’ Argentina è stato inflitto un altro duro colpo. Durante la sfida dcontro il Perù, Fernando Gago ha subito un grave infortunio al ginocchio. Il centrocampista, che aveva sostituito l’ex interista Ever Banega, è stato costretto a lasciare il campo dopo 10 minuti nonostante avesse provato a restare in campo. Al suo posto Enzo Perez. L’ Argentina ha comunicato, sui social, che l’ex Real Madrid e Roma ha rimediato la rottura dei legamenti del ginocchio destro. Il 31enne giocatore era ritornato nell’Albiceleste dopo una rottura al tendine di Achille nel 2015.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello