cerca

AL SAN PAOLO 3-1 AL FEYENOORD

Champions League, i tre tenori fanno volare il Napoli

Champions League, i tre tenori fanno volare il Napoli

Con un gol per ognuno dei tre attaccanti il Napoli batte gli olandesi del Feyenoord 3-1 (1-0) nella seconda partita del gruppo F di Champions League. A segno al 7' primo tempo Insigne, nel secondo al 4' gol di Mertens, al 25' di Callejon, al 48' la rete della bandiera di Amrbat.

Superato l'ostacolo Feyenoord, riscattato il passo falso della partita contro lo Shakhtar e dedicata la vittoria allo sfortunato Milik, assente per i prossimi quattro mesi per un nuovo intervento al crociato. Serata positiva per il Napoli al San Paolo, che grazie alle reti dei suoi magnifici tre Insigne, Mertens e Callejon, rifila una dura lezione alla formazione olandese che sigla solo all'ultimo secondo la rete del 3-1. Da sottolineare pero', anche un rigore parato da Reina quando il punteggio era sul 2- 0. Il Napoli parte subito a spron battuto e con Mertens ruba palla a Tapia. Contatto tra i due in area ma Collum lascia correre. Dopo nemmeno dieci minuti gli azzurri passano in vantaggio: Insigne ruba palla ad Amrabat e parte verticalmente verso la porta, i due centrali non escono e Lorenzo il Magnifico punisce la difesa olandese con un grande tiro centrale. L'attaccante napoletano festeggia sventolando la maglia dello sfortunato compagno Milik. Il Napoli domina e in pochi minuti sfiora nuovamente la rete con Insigne ed Hamsik. La squadra di Sarri è in totale controllo della gara, con gli ospiti che con poca qualità non riescono ad impensierire la difesa di Sarri. L'unico rischio per Koulibaly e soci e' quello di deconcentrarsi, e il tecnico azzurro si arrabbia soprattutto con Allan e Jorginho, rei di abbassare troppo i ritmi e la linea del centrocampo.

Non appena gioca di prima però, il Napoli si fa pericoloso, come nel finale di tempo con Callejon, Jorginho e Hamsik, ma Jones e' bravissimo. Ci prova anche Insigne con un gran tiro al volo ma finisce fuori. Nella ripresa, il Feyenoord si presenta in campo molto aggressivo con i suoi centrocampisti, ma e' Mertens a punirlo sfruttando un regalo di Diks e a portare il risultato sul 2-0. Gli olandesi provano a reagire con due tiri da lontano di Berghuis e El Ahmadi, ma Reina si fa trovare pronto. Ora il Napoli  gioca in scioltezza, anche se a volte si lascia andare ad eccessivi leziosismi. Al 21' Collum concede un calcio di rigore molto generoso al Feyenoord per un fallo di Ghoulam su Berghuis. Se ne incarica Toomstra che pero' si fa ipnotizzare da Reina, poi sulla ribattuta e' bravissimo Koulibaly ad anticipare tutti ed allontanare la minaccia. Dal grande spavento alla rete della sicurezza passano appena due minuti, perche' sull'ennesimo errore di Tapia Mertens recupera palla e serve una gran palla a Callejon, il quale sigla la sua rete numero 68 con la maglia del Napoli. E' Berghuis il piu' pericoloso degli ospiti, che prova a infilare Reina su assist del nuovo entrato Basacikoglu, ma il portiere spagnolo si supera. Reina non può niente però al terzo minuto di recupero, quando su una indecisione della coppia Maksimovic-Koulibaly, si inserisce Amrabat che segna la rete che fissa il punteggio sul 3-1 finale.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Trump "passa" il check up: qualche chilo di troppo ma salute eccellente

Tartaruga imprigionata nella plastica nel mare delle Eolie
Sos coccodrillo, da un anno gira con uno pneumatico al collo
Sony lancia il cane robot intelligente: si chiama Aibo