cerca

L'ATTACCANTE SBARCATO A FIUMICINO

Patrik Schick alla Roma, è fatta

Patrik Schick alla Roma, è fatta

Patrik Schick

Ѐ fatta. La Roma ha raggiunto l’intesa con la Sampdoria e Schick questa sera alle 20.15 è sbarcato nella Capitale, all'aeroporto di Fiumicino. Questa mattina intorno alle 11 è andato in scena l’incontro decisivo tra la dirigenza giallorossa e il presidente Massimo Ferrero (presente anche il diesse Pradè) presso gli uffici dell’avvocato Romei, collaboratore del patron blucerchiato, vicino piazza di Spagna: sono stati limati gli ultimi dettagli, confermata la formula del prestito oneroso (5 milioni di euro) con obbligo di riscatto fissato a 33, e una percentuale sulla futura rivendita dell'attaccante. Ora resta solo uno step per completare l’operazione: le visite mediche sono in programma domani (non si aspettano sorprese nonostante i problemi riscontrati a giugno dalla Juve), ma il giocatore dovrebbe arrivare a Roma oggi stesso. C’è attesa per la firma sul contratto quinquennale a 2 milioni di euro a stagione, il lieto fine della telenovela estiva che si è aggiudicato Monchi. Le società si stanno scambiando i documenti. «Sono sempre fiducioso, il problema - le parole di Ferrero fuori dallo studio legale - è soltanto uno: se il ragazzo sta bene e lo fanno giocare sarà della Roma. Non bisogna pensare solo ai soldi ma anche al ragazzo, che è un fenomeno, come lui ne esce fuori uno ogni cent'anni. Vi ricordate Beckenbauer? Ecco, Schick è meglio». La Roma per aggiudicarselo ha dovuto battere la concorrenza di Napoli, Inter e Juventus. Il nazionale ceco potrà esordire in questo campionato con la maglia giallorossa nella prossima giornata, caso vuole che ci sia proprio Samp-Roma in calendario. Destino.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Diletta Leotta come non l'avete mai vista GUARDA

Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi
Degrado capitale, la stazione Termini è un  vespasiano a cielo aperto
La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"