cerca

CALCIOMERCATO

Milan choc: Donnarumma non rinnova. Salah verso Liverpool, Ranieri a Nantes

Milan choc: Donnarumma non rinnova. Salah verso Liverpool, Ranieri a Nantes

Gigio Donnarumma ha deciso di non rinnovare il contratto in scadenza col Milan nel 2018. Colpo di scena nella telenovela legata al futuro del giovanissimo portiere rossonero. Nel pomeriggio Mino Raiola, agente di Donnarumma, si è recato a Casa Milan per incontrare i dirigenti rossoneri e fare il punto sul futuro del suo assistito. Un futuro a questo punto lontano dal Milan. Marco Fassone, amministratore delegato del club, al termine dell'incontro ha convocato una conferenza stampa flash annunciando la rottura definitiva della trattativa. "Raiola - le sue parole - mi ha comunicato la decisione del giocatore di non rinnovare il suo contratto col Milan. È una decisione definitiva, presa dal giocatore. Il ds Mirabelli, una decina di giorni fa, aveva sottoposto a Donnarumma un'offerta di rinnovo che riteniamo molto importante, anche più importante di quanto comparso sui giornali. Il giocatore ha fatto le sue valutazioni, che non sono solo economiche ma anche di carattere tecnico e personali e ha preferito non accettarla e comunicarci che non intenderà rinnovare il contratto concludendo la sua permanenza, il suo rapporto contrattuale col Milan al 30 giugno 2018". "Confidavamo molto che Gigio fosse il portiere del nuovo Milan, il pilastro su cui costruire ma dobbiamo rivedere le nostre valutazioni - chiosa con amarezza Fassone - Siamo confidenti di fare il meglio e al di là di questa decisione, che ci amareggia, andiamo avanti, il Milan va avanti". 

Nonostante le dichiarazioni d'amore per i colori rossoneri, il futuro Donnarumma sarà lontano da Milano: in pole c'è il Real Madrid ma l'affare può interessare anche a Juventus, Manchester CityParis Saint-Germain.

Il caso Donnarumma non ha fermato il calciomercato. La notizia del giorno riguarda un allenatore, in particolare Claudio Ranieri. L'ex tecnico del Leicester, campione d'Inghilterra nel 2016, ha firmato un biennale con il Nantes in Ligue 1. Altro tecnico italiano che si accasa è Paolo Tramezzani, anche per lui contratto biennale ma al Sion in Svizzera.

Per quanto riguarda le big italiane, la Juve prosegue nel suo lavoro ai fianchi di Bayern Monaco e Siviglia per portare alla corte di Allegri N'Zonzi e Douglas Costa. Con i due giocatori il club bianconero ha già trovato un accordo di massima, c'è da ragionare con i due club proprietari dei cartellini. Il Siviglia non si muove dalla clausola rescissoria di 40 milioni per N'Zonzi, il Bayern per Douglas Costa vorrebbe 50 milioni. La Juve confida nel limare al ribasso queste cifre. Sul fronte partenze, i bianconeri hanno rifiutato una offerta dell'Arsenal di 23 milioni per Cuadrado. Intanto il Bologna si è fatto avanti per avere in prestito il giovane Orsolini, mentre l'Everton pensa a Neto e Lemina.

In casa Inter i tifosi iniziano ad essere preoccupati per l'immobilismo in arrivo, soprattutto se si guarda a cosa sta accadendo con i cugini del Milan. Spalletti oggi ha voluto rassicurare tutti: "Ho parlato con Zhang in Cina: ho visto la sua ambizione e la sua passione e questo mi rende tranquillo. È chiaro che qualche giocatore in più potrà fare la differenza, ma non dimentichiamoci che questa squadra ha già dei valori". Prima però bisogna vendere e i candidati sono sempre Ivan Perisic e Steven Jovetic. Il croato, come riferiscono dall'Inghilterra, ha già un accordo di massima con il Manchester Utd. Per quanto riguarda il montenegrino, invece, il Siviglia non intende riscattarlo alla cifra di 13 milioni ma punta a trattare con l'Inter per uno 'sconto'.

Altra squadra chiamata prima a vendere e poi a comprare è la Roma: Mohamed Salah è sempre più vicino a diventare un giocatore del Liverpool. In Spagna invece è mistero su una presunta cena fra Marco Verratti e Leo Messi, con il Barcellona sempre determinato a strappare il centrocampista italiano al Psg. A proposito di Messi, oggi il ceo del Manchester City ha negato la possibilità di un approdo della Pulce in Premier. "Resterà al Barcellona, poi forse potrebbe andare in Usa o in Cina", ha detto Soriano. Ma oggi è anche un giorno importante per il futuro di Kylian Mbappé, 18enne attaccante francese del Monaco inseguito dai principali top club d'Europa. L'entourage del giocatore, con il padre in testa, nelle prossime ore si incontrerà con il vicepresidente del club monegasco Vadim Vasilyev, per fare chiarezza sulle proposte arrivate e su un possibile rinnovo. Mbappé è l'obiettivo principale del Real Madrid e del Monaco. L'ex tecnico del Palermo, Roberto De Zerbi, diventerà a breve il nuovo allenatore del Las Palmas: primi obiettivi Iemmello e Gabigol.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello