cerca

TUTTO FACILE A BOLOGNA

La Roma fa il tris e dimentica il derby

La Roma fa il tris e dimentica il derby

Tutto facile per la Roma a Bologna. Un pizzico di fortuna e tanto cinismo premiano la prestazione dei giallorossi, che fanno il minimo indispensabile e ottengono il massimo al Dall'Ara: 3-0, gol di Fazio, Salah e Dzeko. La classifica recita di nuovo -6 dalla Juventus, e anche +7 sul terzo posto, aspettando Lazio-Napoli, big match serale.    

Le scelte
Difesa a quattro per i giallorossi, composta da soli centrali: Rudiger a destra, Fazio-Manolas in mezzo e Juan Jesus a sinistra. Torna De Rossi dal 1’, davanti c’è El Shaarawy con Salah, Nainggolan e Dzeko. Donadoni risponde con Verdi, l’ex Destro e Krejci nel tridente.

Primo tempo 
Ѐ l’ultima partita delle 15 a sbloccarsi, la fase di studio dura fino al 25’, quando Fazio si trasforma in attaccante e col destro fa centro sugli sviluppi di un corner. La Roma sfrutta un calcio piazzato per portarsi in vantaggio in un match complicato in cui il Bologna era apparso inizialmente più propositivo. Il caldo si fa sentire e incide sui ritmi della gara, molto lenti. Raddoppio di Salah al 41’, bella palla di prima di Dzeko che pesca l’egiziano, bravo a svincolarsi dalla marcatura stretta di Masina e a scavalcare Mirante col pallonetto: 2-0. Azione tutta in verticale della squadra di Spalletti, partita da Strootman. Due occasioni e due reti per gli ospiti, cinici a Bologna.

Secondo tempo
Si ricomincia con Di Francesco in campo e Verdi, infortunato, fuori. Un colpo di testa di Dzemaili sveglia Szczesny, che si ritrova tra le braccia il pallone, ma i rossoblu tornano pericolosi visto l’avvio rilassato della Roma. Fortunati i giallorossi al 5’, Di Francesco è fresco e si vede, fa quello che vuole in area di rigore e arriva al tiro, davanti a Manolas sdraiato senza intercettare il pallone, che passa e finisce sul palo lontano, poi Szczesny blocca anticipando Destro. Pericolo scampato. Per evitarne altri, la Roma addormenta la partita con una trama di passaggi e al 30’ Dzeko mette in ghiaccio i tre punti: contropiede lanciato da Salah, Perotti è solo davanti a Mirante ma preferisce lasciare al bosniaco la conclusione a botta sicura per il 3-0. Manolas acciaccato chiede il cambio, al suo posto Vermaelen. La standing ovation del Dall’Ara è per Totti, che entra al 40’ della ripresa per Dzeko. I minuti finali scorrono senza emozioni particolari, finisce 3-0 per la Roma, che balza a +7 sul Napoli aspettando il risultato di stasera all’Olimpico. Il derby è (mal) digerito.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello