cerca

NIENTE RETI AL SANT'ELIA

La Lazio frena a Cagliari: finisce 0-0

La Lazio frena a Cagliari: finisce 0-0

Rallenta la Lazio al Sant'Elia, contro il Cagliari finisce 0-0. Soltanto un pareggio per gli uomini di Inzaghi, da stasera ancora al quarto posto con due punti di vantaggio sull’Inter dell’ex Pioli. Al rientro dalla sosta i biancocelesti affronteranno il Sassuolo a Reggio Emilia. Si allontana, forse definitivamente, il sogno Champions League.

Primo tempo
Simone Inzaghi conferma il 4-3-3 provato in settimana a Formello, fuori Milinkovic Savic per squalifica, recuperati Biglia e De Vrij. Nel Cagliari invece non convocato Borriello, mister Rastelli decide di schierarsi con Ionita e Pedro alle spalle dell’unica punta Sau. Dopo pochi minuti però i padroni di casa perdono Dessena per infortunio, al suo posto dentro il giovane Farago. I biancocelesti provano a dominare il match, ma a centrocampo non mancano gli errori in fase di costruzione; in attacco Keita e Felipe Anderson faticano ad entrare in partita. Il match è bloccato, le due squadre non riescono a rendersi pericolose, c’è bisogno di un tiro strozzato di Immobile per assistere alla prima conclusione verso lo specchio della porta. Complice anche l’atteggiamento del Cagliari, poco propositivo e mai brillante in zona d’attacco, la prima frazione di gioco si conclude tra la noia generale degli spettatori presenti al Sant’Elia.

Secondo tempo
Nella ripresa la Lazio riparte con una mentalità diversa, passano pochi secondi e Keita sfiora la porta con un destro a giro deviato in corner. Non è da meno Felipe Anderson: sinistro potente dai 30 metri e palla che termina di poco alta sopra la traversa. L’occasione più importante della partita arriva al 15’ sempre da una giocata dell’ex Santos: discesa di Radu sulla sinistra, palla in area di rigore e destro piazzato del brasiliano, Rafael blocca senza problemi. Mister Inzaghi si gioca la carta Djordjevic, fuori Radu e spazio al 4-2-4. Dentro anche lo spagnolo Luis Alberto per Keita. Il Cagliari si fa vedere al 30’ con una conclusione alle stelle di Tachtsidis; e qualche secondo più tardi con un destro molto simile di Joao Pedro. Ci prova anche Padoin con un tiro in diagonale, la sfera termine sul fondo e la Lazio si salva in extremis. Dopo 4 minuti di recupero l’arbitro Guida fischia la fine dell’incontro.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Diletta Leotta come non l'avete mai vista 

Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi
Degrado capitale, la stazione Termini è un  vespasiano a cielo aperto
La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"