cerca

SERIE A

La Fiorentina ferma la Juve e riapre il campionato

La Fiorentina ferma la Juve e riapre il campionato

Comanda la Fiorentina che fa viola i bianconeri e riapre il campionato: la Roma è a -1 dalla Juventus. Kalinic (chissà a che cifra arriveranno ora i cinesi) e Badelj fermano la capolista che accorcia con Higuain (2-1). Una vittoria meritatissima: carattere e organizzazione per la Fiorentina che in casa non ha mai perso, poche idee e squadra sfilacciata per la Juventus alla quarta sconfitta stagionale. Dov’è il gioco? Allegri torna al passato scegliendo il 3-5-2 con il rientro in difesa di Bonucci al fianco di Chiellini e Barzagli (l’unico a salvarsi dalla serataccia del Franchi), l’ex Cuadrado è preferito a Pjanic, in attacco imprescindibili Higuain e Dybala, abulico. Retroguardia titolare anche per Sousa che schiera Astori e Gonzalo Rodriguez, a centrocampo torna, dopo oltre un mese di assenza, il leader Borja Valero. L’avvio della Fiorentina è veemente, i ritmi sono alti e, oltre al possesso palla, la carta vincente è il presidio delle fasce laterali. Ha almeno tre occasioni per andare in vantaggio, più il palo di Vecino a inizio gara. Nei primi 45’, a fronte di una Viola sfavillante c’è una Juventus deludente: tutta la squadra è molle, inguardabile la linea di centrocampo (tra i peggiori Alex Sandro) che trascina nel fango anche Higuain e Dybala. Il gol dei padroni di casa è questione di minuti e infatti Kalinic sfrutta il suggerimento di Bernardeschi e di destro supera Buffon (non impeccabile, ma si riscatterà a inizio secondo tempo) per il sacrosanto 1-0. Terza rete del croato in altrettanti incontri con la Juve.

Nella ripresa l’andante allegro degli uomini di Sousa diventa una sinfonia: due chance limpide e poi la rete casuale sì, ma pesantissima del 2-0 (9’ s.t.). Badelj vede il taglio in area di Chiesa e lo serve, il 19enne non ci arriva, ma la palla finisce dritta dritta in rete. Passano 4’ e un gol fortunoso rimette in carreggiata la Juventus che fino a quel momento aveva subito le scorribande viola: rimpallo tra Sturaro e Olivera e Higuain di piatto infila Tatarusanu. Sesto gol nelle ultime quattro partite per l’argentino.

Nell’ultima mezz’ora Allegri mette Pjaca al posto di Sturaro (ammonito salterà la gara con la Lazio) e Mandzukic per Barzagli; Sousa sceglie le forze fresche Cristoforo, Tello e Ilicic. Il forcing bianconero produce una mischia dove nessuno ha la zampata vincente, mentre allo scadere dei 90’ Dybala si divora il 2-2. Nei 6’ di recupero è invece Ilicic a sbagliare il colpo del k.o. Come a ottobre 2013, la Fiorentina batte la nemica zebrata.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Incidente in fabbrica, un fiume di succo di frutta invade la città

Agguato nella bisca del domino, lo colpiscono con un'ascia ma rimane illeso. Poi la rissa
Belen, show nuda nella vasca. E il web impazzisce
Lei è la sindaca? La Merkel snobba Virginia Raggi