cerca

SERIE A

Perisic salva l'Inter nel derby: Milan fermato 2-2

La doppietta di Suso non basta, la rete del croato al 92' rovina la festa rossonera. Gli uomini di Montella secondi con la Roma a -7 dalla Juve

Perisic salva l'Inter nel derby: Milan fermato 2-2

Perisic

Perisic salva l'Inter al fotofinish e lascia l'amaro in bocca al Milan in un derby passato sulle montagne russe. I rossoneri di Vincenzo Montella agganciano la Roma al secondo posto ma non riescono a balzare alle spalle della Juve, un punto all'esordio per Stefano Pioli sulla panchina nerazzurra. Al 92' il croato riaggiusta la partita, dopo la doppietta di Suso e il momentaneo pari di Candreva. Il primo derby di Suning e l'ultimo per Silvio Berlusconi ("Non credo", dice lui da osso duro nel pre-partita) finisce 2-2.

LAMPO DI SUSO
Montella vara il 4-3-3 abituale con l'unico cambio di Gomez per l'infortunato Romagnoli al centro della difesa. Un modulo in grado di diventare 4-1-4-1 in fase difensiva. Esordio in un derby per Locatelli, scortato da Kucka e Bonaventura in mezzo. Ci sono Suso, Bacca e Niang in attacco. La prima Inter di Pioli al via con un 4-2-3-1. Medel al centro della difesa con Miranda. Brozovic e Kondogbia a fare da diga e Joao Mario spostato nel terzetto alle spalle di Icardi con Candreva e Perisic. La partita è nervosa all'inizio, Tagliavento sventola due cartellini-lampo ed è l'Inter a fare meglio in avvio. Colleziona occasioni ma la mira è sbilenca. All'11' angolo di Brozovic da destra, Kondogbia di testa incorna alto. Tre minuti dopo, Perisic consegna praticamente la palla nelle mani di Donnarumma. Al 24', cross di D'Ambrosio da destra, il croato in tuffo di testa, tutto solo, mette a lato. Milan in difficoltà, il baby portiere sbaglia più di un rinvio e la squadra di Montella sente il fiato sul collo. Locatelli sente l'emozione del suo primo derby e le ripartenze rossonere sono complicate. Allora la squadra di Pioli, in pressione asfissiante su ogni palla, prova ancora a far male.

Intorno alla mezzora, Candreva non trova la porta. Con il passare del tempo, però, il Milan prende coraggio: al 34' Bonaventura spreca un contropiede. Un minuto dopo, reazione Inter: cross di Brozovic da sinistra, Perisic va di testa ma salta in modo scoordinato e non vede la porta. E al 37' cambio forzato per i nerazzurri: Medel si fa male (distorsione al ginocchio destro) e lascia il posto a Murillo al centro della difesa. Ancora, Icardi tocca male e ammortizza una botta di Candreva da lontano, De Sciglio fa il solletico da lontano a Handanovic e Bacca, dopo una palla sanguinosa da Brozovic a centrocampo, sbaglia da buona posizione. Candreva tira fra le mani di Donnarumma dall'altra parte. E sulla ripartenza cambia il risultato: centrocampo immobile dell'Inter e vantaggio di Suso al 42' con il suo solito dribbling a rientrare e tiro a giro. Popolo rossonero in festa. Nel finale di tempo, numero dello spagnolo sulla destra, Bacca scappa in contropiede e l'arbitro fischia un fuorigioco: episodio da rivedere.

 

BOTTA E RISPOSTA
Brivido per l'Inter in avvio di ripresa con Bonaventura che, al 50', va a botta sicura con il piatto destra e la difesa respinge sul fondo. La reazione nerazzurra a stretto giro con il solito destro di Candreva: Donnarumma controlla la palla in due tempi. Ora c'è più Milan in campo e l'Inter sembra intimorita. Ma la squadra di Pioli riagguanta la partita al 53' con una botta di destro da 25 metri dell'onnipresente Candreva che trafigge Donnarumma, tra le proteste dei rossoneri, che chiedevano una rimessa con le mani a favore. Intanto, Joao Mario mette a sedere Locatelli in area, ma Gomez gli contrae il tiro. Però al 58' arriva il 2-1 del Milan sempre di Suso, che dribbla secco in area Miranda e mette dentro. Allora, Pioli gioca la carta Nagatomo per un rivedibile Ansaldi. Al 67', Joao Mario, alza per Perisic che con il mancino non trova il bersaglio grosso con il mancino. Due minuti dopo, Icardi cicca con il destro e regala a Donnarumma. Montella, allora, si copre con Mati Fernandez per Bacca, che stavolta accetta la scelta e non fa polemica. Mentre Jovetic entra al posto di Brozovic dall'altra parte. Al 79' arriva anche il momento di Lapadula per Niang. Altra emozione cinque minuti dopo con un cross tagliato di Perisic bloccato dal portiere rossonero. Nel finale, c'è spazio per Pasalic al posto di Bonaventura). Forcing interista che dà i propri frutti: al 92' Perisic, tenuto in gioco da Locatelli, sugli sviluppi di un angolo, dopo la spizzata di Murillo mette dentro il 2-2. Pari e patta a San Siro.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni