cerca

SERIE A

Punto d’oro per la Lazio, al San Paolo di Napoli finisce 1-1

Punto d’oro per la Lazio, al San Paolo di Napoli finisce 1-1

Un punto d’oro per la Lazio di Inzaghi, al San Paolo di Napoli termina 1-1. Le reti tutte nella ripresa, sblocca il match Hamsik. Due minuti dopo arriva il pareggio di Keita. I biancocelesti raggiungono il settimo risultato utile consecutivo e confermano il quarto posto in solitaria (in attesa dei risultati di domani).

PRIMO TEMPO – La partita è elettrica e si infiamma all’improvviso, Lazio e Napoli non si risparmiano e divertono i 30mila del San Paolo. Inzaghi conferma il 3-5-2 provato in settimana a Formello, Sarri invece decide di lasciare fuori Gabbiadini e di ripropone il tridente Callejon, Mertens e Insigne. I biancocelesti partono meglio con Felipe, Immobile e Keita, i padroni di casa però rispondono colpo su colpo mettendo più volte in difficoltà la difesa biancoceleste. Mertens dopo pochi minuti prova dalla distanza, il pallone sfiora il palo alla destra di Marchetti. Sulla destra Basta soffre troppo la corsia partenopea, Wallace è l’unico che riesce a tenere in piedi il reparto arretrato. La Lazio tiene bene a centrocampo, Biglia e Parolo contrastano e ripartono con velocità, Milinkovic è fondamentale in fase di copertura. Nella parte finale della prima frazione di gioco non accade praticamente nulla.

SECONDO TEMPO - La ripresa riparte subito con una buona occasione per la Lazio. Sulla trequarti Lulic serve in verticale Immobile, controllo e destro su Reina. Pochi secondi dopo azione fotocopia, lancio di Wallace per l’ex Pescara, discesa in area di rigore e destro che termina largo sul fondo. Il Napoli si difende, incassa e segna. Buco a centrocampo, sbagliano Basta e Parolo, si inserisce Hamsik, doppio dribbling e diagonale mancino imprendibile per Marchetti. La Lazio però riparte a testa bassa, Keita entra in area di rigore, punta Chiriches e batte Reina con un destro potente (errore del portiere azzurro). Uno a uno e palla al centro, botta e risposta nel giro di due minuti. Sarri manda in campo Gabbiadini e toglie Insigne, il muro biancoceleste però non si tira indietro. La squadra di Inzaghi prova a ripartire in contropiede, la Lazio passa al 4-3-3 con l’ingresso di Patric al posto di Lulic. Nel finale nessuna occasione clamorosa da registrare, al San Paolo finisce 1-1.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni