cerca

PROTESTA SULLA TIBURTINA

Emergenza rom, i romani scendono in strada: "Chiudete i campi vicino alle nostre case"

La manifestazione in via San Getullo

Emergenza rom, i romani scendono in strada"Chiudete i campi vicino alle nostre case"

La protesta dei residenti sulla Tiburtina

I cittadini e i coordinatori dei comitati del IV Municipio, si sono ritrovati in via San Getullo, sulla Tiburtina, per manifestare contro i roghi tossici e l’imperante illegalità con cui ogni giorno hanno a che fare nella zona di Settecamini, periferia est della Capitale, adiacente a via di Salone dove c’è il campo nomadi più grande d’Europa. "Manifestiamo perché vogliamo di fatto la chiusura dei campi rom adiacenti ai centri abitati. Chiediamo l’immediato utilizzo dell’esercito per fronteggiare l’emergenza delinquenziale, compreso il fenomeno incontrollato dei roghi tossici". Chiare e decise le richieste dei residenti che si ritrovano a vivere fra degrado, delinquenza, economia immobiliare bloccata e inquinamento atmosferico. "Oggi siamo qui per chiedere la chiusura di campo Salone dopo i ripetuti episodi di illegalità commessi negli ultimi giorni - ha detto Mauro Antonini, responsabile regionale Lazio di CasaPound Italia - Uno su tutti il caso delle ragazzine stuprate. Siamo quindi insieme a tutte le associazioni di quartiere. Siamo qui per dire basta anche ai roghi tossici. Ogni giorno qui si continua a bruciare in maniera illegale. Il campo di via di Salone va chiuso".

 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello