cerca

ARRESTATO DAI CARABINIERI

Ladispoli, minacce di morte per un debito. Estorsore in manette

Ladispoli, minacce di morte per un debito. Estorsore in manette

O paghi o muori. Ripetuta come un mantra, era questa la minaccia di morte che un 50nne di Ladispoli, si sentiva ripetere quotidianamente dal suo aguzzino, un romano di 64 anni che pretendeva il pagamento di oltre 80mila euro a saldo di un debito.
Stanco delle continue vessazioni, l’uomo ha allertato i militari della Stazione di Ladispoli, confessando di essere vittima di un estorsore che quotidianamente lo minacciava. Così i militari hanno teso una trappola all’uomo che ignaro, e ancora una volta, si era recato dal 64nne per riscuotere parte della somma richiesta.

Appena finito lo scambio, sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia fermando l’aguzzino con in mano il malloppo, dopodiché al termine degli accertamenti, l’uomo è stato portato nel carcere di Civitavecchia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria con l’accusa di estorsione.

Una piaga quella dell’usura che sembra non conoscere fine. E’ proprio di ieri infatti la notizia dell’arresto di un romano di 45 anni dedito ad un’attività di strozzinaggio che ruotava intorno ad un giro d’affari milionario. Il “business” è stato però interrotto dopo mesi di investigazioni, l’altra notte, grazie ai Carabinieri del comando Provinciale di Roma che hanno tratto in arresto l’uomo a cui hanno sequestrato beni per 7 milioni di euro. Alle indagini ha cooperato anche la Procura della Repubblica di Roma, Gruppo reati contro il patrimonio, insieme al Nucleo Investigativo CC di Roma .

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette

Opinioni