cerca

IL TERZO PROGETTO DELL'IMPIANTO A TOR DI VALLE

Nel nuovo stadio della Roma 1.430 telecamere

Sarà il luogo più controllato d’Italia con rilevazioni termiche. Ogni volto dei tifosi sarà identificabile nel dettaglio, sia di giorno che di notte

Nel nuovo stadio della Roma 1.430 telecamere

La media è una telecamera ogni 620 metri quadri: lo Stadio della Roma di Tor di Valle sarà un luogo con una elevatissima incidenza del Grande Fratello. In totale ci saranno 1.430 telecamere che controlleranno e registreranno h24 ogni cosa che succederà negli 890mila metri quadri della superficie totale dell’intervento, dell’area commerciale, fra le piazze degli uffici, nei parchi, sugli approdi delle barche, sui ponti pedonali. La parte del leone la farà lo Stadio: 650 gli occhi elettronici puntati fra dentro e fuori l’impianto. Lo Stadio ha una sua sala controllo, separata da quella generale ma ad essa collegata durante eventi sportivi o di altro tipo e in connessione con i Vigili del Fuoco, i Carabinieri, la Polizia e i soccorsi sanitari.

Il maxischermo di chi controllerà le immagini in diretta nella Sala Controllo generale avrà una diagonale di quasi 17 metri e costerà 163mila euro. Sei le postazioni, ognuna con un monitor da 32 pollici (praticamente un televisore). Solo il server ha un costo di 565mila euro mentre per il sistema di gestione dei flussi di immagine la Roma spenderà 530mila euro. Le telecamere saranno di cinque tipi diversi...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina

Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello
Ostia, giornalista aggredito da Roberto Spada

Opinioni