cerca

IL PALAZZO OCCUPATO NEL 2012

No Ius soli e via gli immigrati, Forza Nuova apre il "fortino" di via Paisiello ai romani senzacasa

No Ius soli e via gli immigrati, Forza Nuova apre il fortino di via Paisiello ai romani senzacasa

Yari Dall’Ara sarà ospite questa sera nello stabile di via Paisiello occupato da Forza Nuova e Roma ai Romani. “L’eroe del Tiburtino III”, lo chiamano, è andato a riprendere mamma Pamela all’interno del centro di accoglienza in via del Frantoio, dove sarebbe stata sequestrata e accerchiata dall’eritreo e da altri ospiti della struttura, rispettivamente responsabile e testimoni di una sassaiola contro i bambini del quartiere martedì sera. È stata la miccia che ha riacceso lo scontro tra italiani da una parte e immigrati dall’altra. Una “guerra urbana” che oggi ha il suo fortino al civico 40 di via Paisiello, a due passi da Villa Borghese e di proprietà della Fondazione An.

“Lo stabile, che già occupammo nel marzo del 2012 salvandolo dalla speculazione Fini-Tulliani ‘stile Montecarlo - spiega Giuliano Castellino, Roma ai Romani - sarà un tetto per i romani senza casa o senza un lavoro, un laboratorio di idee per chi vuol salvare l'Italia. Mentre Minniti regala interi stabili a clandestini e falsi profughi, mentre i falsi patrioti e i falsi sovranisti trescano con Berlusconi, noi ci opponiamo al sistema innalzando le bandiere della resistenza etnica e dei diritti sociali. Via Paisiello, come tutto il patrimonio del MSI, venne donato per la ‘Buona battaglia’: esiste oggi battaglia più buona e giusta del dare una casa ai nostri connazionali? Proprio in questo quartiere borghese, ormai inaccessibile al proletariato nazionale, nascerà il primo sportello della lotta per la casa per soli romani. Già tre le famiglie romani senza fissa dimora cui abbiamo dato ricovero”.

No allo Ius Soli, fuori gli immigrati e chiusura immediata di campi rom e centri di accoglienza i punti fermi dei militanti. Soli in questa battaglia e chiusi a ogni trattativa con “finiani, fondazione An e falsi sovranisti”. ”I romani hanno fatto bene a reagire al lancio di sassi dei clandestini del centro di accoglienza - spiega ancora Castellino -. La situazione è insostenibile e Roma non può continuare a subire in questo modo. Dal sindaco Raggi a Minniti, dai falsi sovranisti - che hanno governato la Capitale e la Regione - al PDd dalle Coop che lucrano sull'immigrazione ai palazzinari, da proprietari di quotidiani alla Caritas, sono tutti colpevoli e nemici del popolo romano. Tutti i soldi destinati all'accoglienza devono essere girati alle politiche sociali per gli italiani. Militanza e popolo devono assolutamente unirsi per fare fronte comune contro le mafie dell'invasione”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina

Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello
Ostia, giornalista aggredito da Roberto Spada