cerca

ROMA OKKUPATA

Ma a un agente si può spezzare il braccio

Poliziotto sorprende pusher marocchino a Torvajanica. Mentre cerca di ammanettarlo, lo straniero lo attacca e lo manda in ospedale. E nessuno protesta

Ma a un agente si può spezzare il braccio

Can che abbaia non morde. Ringhia, e si becca - chissà una sospensione. L’altro,povera vittima, alla prima occasione buona morde. E fa male. Il dirigente della Polizia di Stato ha gridato ai suoi: «Se tirano qualcosa spaccategli un braccio». Il marocchino bloccato dopo aver venduto la dose a tre minorenni reagisce all’arresto e spezza un braccio al poliziotto della Squadra Mobile. Senza troppo rumore, che non sia mai qualcuno si indigni.

I fatti di piazza Indipendenza, con la guerriglia urbana dopo quattro anni di anarchia, risuonano ancora forti - tra gli idranti dello scandalo e le bombole del gas leggere come i fiori lanciati dal rivoltoso di Banksy mentre ieri mattina, sul litorale romano, un gruppo di spacciatori deve aver seguito alla lettera i suggerimenti dati in ordine pubblico, spezzando diverse ossa al poliziotto che tentava di mettergli le manette.

Il contrappasso si è consumato sotto agli occhi di tanta gente comune in una delle spiagge più conosciute e frequentate di Torvajanica, lo «Zion». Tra le dune del lido, gli agenti della VI sezione della Squadra Mobile erano impegnati in un’operazione di contrasto...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • Stefania

    De Bianchi

    21:09, 27 Agosto 2017

    Ormai questa gentaglia si sente protetta..noi no

    Ecco a cosa ci sta portando questa schifosa accoglienza: adesso se il tutore dell'ordine si azzarda a pronunciare qualche frase indignata e propensa a far rispettare la legge a tutti i costi arriva subito il coro di proteste e di caccia al malaugurato autore della frase incriminata, mentre al contrario nessuno apre bocca quando a subire la violenza, ma stavolta quella vera, e' il medesimo tutore della legge che rimedia un danno fisico non indifferente per far rispettare la legge e mettere in galera un delinquente come sempre libero di commettere qualsiasi reato, tanto qua basta essere un "migrante" per non essere mai condannato come si merita....Ormai questo governo spalleggiato dall'ipocrisia vaticana sta buttando alle ortiche una democrazia che tutela i suoi cittadini per farsi invece protettore di una minoranza che sotto la falsa apparenza di profugo pretende di ottenere tutto quello che ogni cittadino onesto si e' costruito con fatica e legalita'.....Se fossero coerenti questi politici che disprezzano i tutori dell'ordine in certe occasioni, dovrebbero allora seduta stante rinunciare alla loro protezione, che invece pretendono, con aggravio oltretutto per il nostro debito che ormai e' alle stelle...

    Rispondi

    Report

.tv

Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino

A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello
Ostia, giornalista aggredito da Roberto Spada
Matteo Salvini a Il Tempo: "Il campo di via Salone va eliminato"