cerca

IL RAPPORTO CHOC DI LEGAMBIENTE

Nel Lazio le coste più sporche d'Italia. Maglia nera a Tarquinia, Cerveteri, Ladispoli, Fiumicino, Pomezia e Ardea

Nel Lazio le coste più sporche d'Italia. Maglia nera a Tarquinia, Cerveteri, Ladispoli, Fiumicino, Pomezia e Ardea

È una delle peggiori regioni italiane, al pari demerito con Abruzzo, Sicilia e Campania. Il Lazio guadagna una delle quattro «maglie nere» per il mare inquinato di tutto lo Stivale. Per il numero di luoghi, lungo il suo litorale, cioè dove l’acqua è sporca da almeno cinque anni. Lo denuncia Legambiente al termine della campagna estiva «Goletta Verde». In tutta Italia, sui 38 punti definiti dall’associazione «malati cronici» per il perdurare delle criticità rilevate, ben otto sono laziali: la foce del Fiume Marta a Tarquinia (Viterbo), quella del Fosso Zambra a Cerveteri (Roma), la foce del Rio Vaccina a Ladispoli (Roma), quella del fiume Arrone a Fiumicino (Roma), la foce del Tevere nella capitale, la foce del Rio Torto, lato spiaggia a Pomezia (Roma), la foce
del Fosso Grande ad Ardea (Roma), infine quella del Rio Santacroce nella spiaggia di Gianola a Formia (Latina).

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni