cerca

CAMPIDOGLIO E NOMINE

La Raggi accelera: un pilota a Zetema

In pole position Donativi, avvocato che corre con le Porsche nel campionato Gt. In lizza l’ex ministro di Prodi Giovanni Maria Flick. Crescono i malumori nel M5S

La Raggi accelera: un pilota a Zetema

Il sindaco di Roma Virginia Raggi

Settimana decisiva per le nomine a Zetema e Risorse per Roma, gli ultimi due rompicapo legati alle partecipate che Virginia Raggi deve risolvere prima della pausa per le vacanze d’agosto. Avviata l’ennesima rivoluzione in Atac e archiviato il quarto rimpasto di giunta in poco più di un anno, la sindaca è alle prese ormai da quasi due mesi con il rinnovo del management delle società che si occupano rispettivamente di cultura e del patrimonio del Campidoglio.

Per Zetema, la cua assemblea dei soci è convocata per mercoledì 9 agosto, in pole position per i ruoli di presidente e amministratore delegato ci sono ora Giovanni Maria Flick e Giovanni Donativi. Due nomi proposti dal vicesindaco Luca Bergamo che rischiano di provocare l’ennesima frattura tra sindaca e consiglieri, sconcertati soprattutto dal metodo. Flick, nome caro al centrosinistra di marca ulivista e per questo mal digerito dalla base pentastellata, è stato invitato a presentare il proprio curriculum in fretta e furia venerdì scorso, con la commissione Cultura chiamata ad analizzarlo. La sindaca Raggi, d’intesa con Bergamo, ha scelto Flick per integrare la lista di candidati a prendere il posto lasciato libero da Albino Ruberti. Una lista fatta di oltre 1.200 curriculum studiati per tre mesi e catalogati in tre categorie dallo staff di dipendenti scelti da M5S e sindaca. Di questi pretendenti è stata poi fatta una short list chiamata a colloqui privati con la Raggi che...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi

Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette
Diletta Leotta come non l'avete mai vista
Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi

Opinioni