cerca

PROCURA DI ROMA

Uccise il rapinatore nella villa sulla Nomentana, archiviate le accuse

Chieti, 40enne sgozzato su un marciapiede

Archiviate le accuse contestate all'anziano che quattro anni fa sparò uccidendolo a un rapinatore che era entrato nella sua abitazione, una villa sulla Nomentana, a Roma. Protagonista della vicenda Ilario D'Apollonio, 85 anni, che il 29 giugno del 2013 colpì uno dei quattro ladri che erano entrati nella villa e avevano imbavagliato la moglie nel tentativo di svaligiare la casa. Il rapinatore, 35 anni, morì, mentre i suoi tre complici riuscirono a fuggire e furono successivamente catturati e condannati.

La richiesta di archiviazione accolta dal giudice è arrivata dalla procura di Roma che ha sottolineato come "la condotta omicidiaria sia stata posta in essere da un soggetto in età avanzata nei confronti di un uomo di 35 anni di alta statura e di fisicità robusta al fine di difendere se stesso e sua moglie (impossibilitata a reagire in quanto immobilizzata ed imbavagliata) dalla condotta violenta di più rapinatori travisati di cui almeno uno armato".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni