cerca

RICOVERATO AL BAMBINO GESÚ

Velletri, ancora critiche le condizioni del bambino di due anni caduto nel pozzo

Velletri, ancora critiche le condizioni del bambino di due anni caduto nel pozzo

Le condizioni del bambino che ieri è caduto nel pozzo a Velletri sono invariate e critiche. Dall'Ospedale pediatrico Bambin Gesù fanno sapere che C.V., un bambino romeno di 23 mesi, con diagnosi di annegamento ed arresto cardiocircolatorio è sottoposto a procedure di supporto vitale avanzato respiratorio, cardiaco e renale. Sono state effettuate procedure diagnostiche invasive di monitoraggio neurologico ed emodinamico. La prognosi quindi è riservata.

Il bimbo è caduto in un pozzo profondo nove metri in una zona agricola a Velletri ed è rimasto sott'acqua a lungo prima di essere salvato dai Vigili del fuoco. Subito il trasporto in 118 al pronto soccorso dell'ospedale di Velletri, e da qui la decisione di trasferirlo nella capitale perché necessitava di un supporto vitale avanzato. La diagnosi è di annegamento e arresto cardiocircolatorio.

La tragedia, che ha sconvolto il centro in provincia di Roma, è accaduta sabato sera mentre il bambino giocava con la sorellina. Il nonno lo avrebbe perso di vista e quando è andato a controllare si è accorto che il piccolo era precipitato nel pozzo. L'uomo si è calato giù, e con una corda e altri mezzi rudimentali ha cercato di portarlo in superficie. Intanto i genitori, una coppia di giovani romeni, ha dato l'allarme. I vigili del fuoco, prontamente arrivati, sono riusciti a recuperare il bambino grazie anche all'aiuto dei sommozzatori.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello

Opinioni