cerca

DA INIZIO ANNO UNDICI SUICIDI IN CARCERE

Trentenne s'impicca a Regina Coeli

Trentenne s'impicca a Regina Coeli

Ancora un suicidio dietro alle sbarre. L’ultimo a togliersi la vita è stato, la notte appena trascorsa, un bosniaco di 30 anni a Regina Coeli con l’accusa di tentato omicidio. Si è impiccato alla grata del bagno nella stessa sezione, la seconda, dove si uccise esattamente un mese fa un ragazzo di 22 anni e dove un solo poliziotto sorveglia centosettanta detenuti. Proprio ieri, e sempre nel carcere trasteverino, un uomo condannato a dieci anni di reclusione per violenza sessuale, si era arrampicato sul tetto dell’istituto penitenziario chiedendo di parlare con la direttrice. E’ stato portato in salvo dai vigili del fuoco riusciti a scongiurare quello che sarebbe stato il terzo morto in un mese solo a Regina Coeli. Nei primi mesi di quest’anno sono dieci i casi di suicidio e diciannove i detenuti morti nelle carceri italiane. Solo nel Lazio tre casi prima di quest’ultimo: il 7 gennaio a Cassino per malattia e lo stesso giorno a Velletri per un suicidio, così come era successo a Regina Coeli il 24 febbraio. L’anno scorso sono stati trentanove i suicidi e centoventi i morti, meno rispetto ai quarantatré del 2015, anno in cui a morire dietro le sbarre furono centoventitrè persone.
(foto Sara Cervelli)

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi

Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette
Diletta Leotta come non l'avete mai vista
Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi

Opinioni